Arbitra il severissimo Kassai

ROMA – Toccherà all’arbitro ungherese Viktor Kassai dirigere la super sfida tra Italia e Spagna in programma domenica alle ore 18 (11.30 ora di Caracas) a Gdansk. I suoi assistenti saranno i signori Eros e Ring, anche loro ungheresi, mente il quarto uomo sarà lo scozzese William Collum.

Kassai, 36 anni, vanta un buon numero di direzioni internazionali: oltre alle 18 partite del campionato ungherese, ha arbitrato anche sei sfide di Champions League e una di Europa League. Diversamente da quanto ci si aspetta da un arbitro internazionale, Kassai ha il cartellino giallo molto facile: in questa stagione ha ammonito una media di 5,5 giocatori a partita, numero molto alto anche rispetto alle medie degli arbitri italiani che si aggirano intorno ai 4,5 cartellini a partita. Inoltre, nelle sue 25 partite stagionali, Kassai ha espulso ben sei giocatori ed assegnato, altro dato incredibile, ben 15 rigori. Un’enormità.

I nostri azzurri, quindi, dovranno stare molto attenti perché Kassai non perdona; anche un semplice cartellino giallo può avere un peso devastante in una competizione come l’Europeo e i giocatori di Prandelli dovranno dunque evitare il gioco troppo duro, vista la severità dell’arbitro ungherese.

Condividi: