Francia, per la sinistra un ottimo primo turno

PARIGI – In base alle proiezioni diffuse da quattro agenzie di sondaggi francesi: TNS-Sofres, Csa, Ipsos e Ifop, i socialisti e i loro alleati hanno ottenuto fra il 31% e il 35%, ma a questi voti si aggiunge un ulteriore 12 o 13% di altri partiti di sinistra che dovrebbero sostenere Françoise Hollande. In tal modo la gauche si attesta intorno al 47%, mentre all’Ump dell’ex presidente Nicolas Sarkozy sarebbe andato fra il 34% e il 35% delle preferenze. Il Front national di Marine Le Pen, invece, ha ottenuto fra il 13 e il 14%. I risultati ufficiali parziali sono attesi in serata. Per il secondo turno si voterà il 17 giugno. La vittoria della sinistra alle legislative, se riuscisse a ottenere la maggioranza assoluta nell’Assemblea nazionale, consentirebbe al al socialista Hollande di avere l’appoggio necessario per dare attuazione alle sue politiche.

Secondo le proiezioni la sinistra di governo avrebbe una forbice tra 283 e 329 dei 577 seggi dell’Assemblea nazionale contro i 210-263 della destra. Se fossero confermati, i dati escluderebbero quindi una coabitazione.

Fra i primi a commentare c’è stata Martine Aubry per cui “con il voto di oggi i francesi hanno dato il loro sostegno al cambiamento”, ha detto la segretaria socialista. “La gauche – ha proseguito – ha ottenuto un risultato molto più elevato rispetto al 2007”. Aubry ha poi rivolto un appello ai propri sostenitori a recarsi alle urne nel secondo turno di domenica prossima. Da registrare l’astensione ai livelli record, intorno al 43%.

Condividi: