PORTOGALLO-DANIMARCA 3-2: Varela rilancia i lusitani

ROMA – Il Portogallo resta aggrappato a Euro 2012, nonostante Cristiano Ronaldo. La nazionale di Bento dopo lo scivolone in avvio di torneo strappa i tre punti battendola Danimarca3-2, inuna gara in cui le emozioni non sono mancate, ma la stella del Real decisamente sì.

I portoghesi avanti di due gol (apre Pepe e raddoppia Postiga) si fanno rimontare (doppietta di Bendtner) e solo a tre minuti dalla fine arriva il gol di Varela, da poco entrato, a regalare il successo che evita ai lusitani di fare le valigie da subito. E salva il compagno di squadra decisamente più famoso dal linciaggio: già perché se fosse dipeso da lui il Portogallo si troverebbe a quota zero. CR7, il campione diventato faro con la maglia del Real, idolo della pubblicità, frequentatore delle movide internazionali, in Nazionale continua a fare flop: in ombra per novanta minuti, fallisce due occasioni clamorose che avrebbero messo il suo Portogallo al riparo dalla rimonta danese. La più feroce al33’della ripresa, un errore da dilettanti a cui risponde due minuti dopola Danimarcacon il gol del momentaneo 2-2- Una doccia fredda per il Ronaldo d’Europa, salvato solo da quel tiro poco elegante, ma efficacissimo di Varela che fa tirare un sospiro di sollievo a tutto il Portogallo.

La gara comincia all’insegna dei danesi, che forti del risultato con l’Olanda confidavano nel bis. Ronaldo ci mette dodici minuti per toccare palla, e quando lo fa non lascia il segno.

Il primo quarto d’ora scorre senza lampi: al16’il ct Olsen è costretto al cambio obbligato per Zimling (dentro l’altro centrocampista Jacob Poulsen). Al18’Ronaldo spreca la prima occasione, calcia a lato senza trovare la porta. Quella che invece non fa fatica a centrare al24’Pepe che raccoglie il cross di Moutinho e anticipando la difesa danese segna, di testa, sul primo palo. Al29’il primo giallo è per Meirela che tocca la palla con la mano.

Il Portogallo continua a crederci e al36’arriva il raddoppio con Helder Postiga: bravo Nani a raccogliere la respinta della difesa danese, il centrocampista dello United calcia un cross preciso su cui arriva Postiga, che realizza con un destro al volo sotto la traversa.

La Danimarca, stordita dall’uno-due, prova a rimettersi in pista: e la reazione arriva al41’, complice la difesa portoghese che resta immobile. I danesi accorciano le distanze con Bendtar che realizza a porta vuota.

La ripresa si apre come il primo tempo, con i danesi a pressare. Ma l’occasione finisce sui piedi di Ronaldo che al 5′ sbaglia ancora e si fa anticipare davanti alla porta da Anderson.

La Danimarcaspinge, al15’perde anche Rommedhal costretto a uscire per un problema muscolare, e al27’manca il pari con Bendter. Al33’errore ancora di Ronaldo che solo in area calcia male fuori dalla porta. Non è serata per il divo del Real che infligge al suo Portogallo la dura legge del gol mangiato, gol subito: al35’ci pensa Bendtner e i danesi esultano.

Il finale è scoppiettante, ma la ruota della fortuna gira per i lusitani: a tre minuti dalla fine Varela trova il destro potente per chiudere la partita. Tre gol portoghesi, zero per Ronaldo che a tempo scaduto rimedia anche il giallo. La stella del Real in Nazionale non brilla.

Condividi: