Cina: “Dal G20 sforzi comuni” Usa: “Soluzione lontana”

PECHINO – Il G20 dovrà avere come obiettivo quello di affrontare la crisi europea con sforzi comuni. E’ la raccomandazione arrivata dal presidente cinese Hu Jintao, secondo quanto riporta l’agenzia Xinhua. La crisi del debito europea “è una questione di preoccupazione generale. Il G20 dovrebbe affrontarla in modo costruttivo e collaborativo – ha detto – dovrebbe incoraggiare e sostenere gli sforzi europei e mandare un segnale di fiducia ai mercati. Hu ha anche spronato i grandi a proseguire sulla strada delle riforme del sistema finanziario internazionale e a raggiungere gli obiettivi di revisione della governance del Fondo Monetario.

Pressing della Casa Bianca
Il presidente americano Barack Obama invece continuerà il pressing sull’Europa al G20: “Ci saranno dei progressi nei prossimi due giorni, ma nessuno deve attendersi una soluzione” della crisi. Lo ribadisce il consigliere della Casa Bianca, David Plouffe, sottolineando che gli Stati Uniti non si attendono una soluzione fino alla fine del mese, quando si terrà il vertice dei leader europei.

Banca mondiale: “Per l’Europa soluzione difficile”
I leader europei devono fare ulteriori passi avanti e lavorare insieme con più determinazione per uscire dalla crisi, perché trovare una soluzione sarà “difficile”. Lo ha detto il presidente della Banca mondiale, Robert Zoellick, partecipando a un dibattito a Los Cabos, alla vigilia dell’avvio dei lavori del G20. Zoellick ha aggiunto che il momento attuale “è molto pericoloso” per tutta l’economia mondiale. Per questo è essenziale la volontà europea di lavorare “di concerto”.

Condividi: