FORMULA 1: Si torna in Europa, a Valencia basta resistere

ROMA – Si torna in Europa, si continua sul circuito cittadino. Dopo il Canada, eccoci a Valencia, tracciato impegnativo a livello di gestione gomme e purtroppo da sempre nemico dello spettacolo. Pochi sorpassi infatti per la gara con il maggior numero di curve in calendario, ben 25. Temperature e carico rendono la gara adatta al mix P Zero White medium e P Zero Yellow soft, con la durata delle mescole ancora una volta decisiva per il successo finale. A differenza del circuito cittadino per eccellenza, Montecarlo, Valencia presenta una serie infinita di curve veloci, da affrontare, in successione, a quasi 290 km/h, rendendo quindi enorme il peso pneumatico. Nella passata edizione, ci ricorda Paul Hembery, Direttore Pirelli Motorsport, gli apripista adottarono tutti la stessa strategia: partire con le gomme morbide e fermarsi tre volte prima di completare l’ ultimo stint con le gomme medie. Una scelta che vide le vetture vicinissime tra loro.

“Valencia non potrebbe rappresentare contrasto più grande con i circuiti cittadini precedenti: il tracciato è molto veloce e le temperature sono alte, con una notevole energia che si scarica sugli pneumatici. Ad accomunarlo, invece, agli altri è la difficoltà di sorpasso, che rende le qualifiche ancora più importanti. Quindi ci aspettiamo una gara abbastanza lineare, con due o tre soste”.

Ferrari tra ottimismo e resa dei conti

Lo avevamo detto. La Spagna, Barcellona o Valencia, porterà le prime novità a livello di monoposto e staff. Tutto puntualmente confermato. La Rossa si presenta infatti a Valencia con novità sull’ala anteriore e scarichi. Ma a far parlare in queste ore è la tanto attesa resa dei conti in quel di Maranello, dopo il non certo esaltante avvio di stagione. Alonso ha salvato il salvabile ma alcune teste sarebbero pronte a saltare. Si parla, per adesso, di un nome importante dell’aerodinamica. Nei prossimi giorni ne sapremo sicuramente di più. Intanto, per quanto riguarda la gara, alla prudenza tattica di Fernando Alonso, risponde l’ottimismo di Felipe Massa. Il brasiliano ha parlato di importanti novità per la sua monoposto, al termine di una vera e propria guerra di nervi interna alla Scuderia. Le richieste di Felipe sarebbero state accontentate, adesso al pilota dire la sua e soprattutto dimostrarsi all’altezza. A quanto pare, sarebbe stata data un’ultima concreta possibilità a Massa. Se sbaglia anche stavolta, tanti saluti.

 

Condividi: