Federer travolge Fognini, continua la favola di Giorgi

LONDRA – Nel giorno del match più corto, durato appena sette secondi, e vinto da Sara Errani, Camila Giorgi ci prende gusto e approda al terzo turno mentre Fabio Fognini, ultimo azzurro in tabellone, viene travolto da Roger Federer.

Alla Errani sono bastati due servizi (in rete) della sua avversaria, la statunitense Coco Vandeweghe, per chiudere il match sospeso ieri sera per pioggia (6-1 6-3). Alla ripresa del gioco, ieri sul campo 16 dell’All England Club, dopo i consueti cinque minuti di riscaldamento la statunitense è andata al servizio per difendersi dal match point a favore di Sara. Doppio fallo e match per l’italiana. E risate d’imbarazzo per entrambe le protagoniste.

“Ma è stato giusto sospendere l’incontro anche se ero sul match-point – le parole di Sara -. E’ pericoloso giocare sull’erba bagnata. Credo peraltro che l’interruzione abbia svantaggiato più lei di me perché su una superficie umida il servizio corre di più”.

Dopo la finale di Parigi, dunque, anche Londra sorride (per il momento timidamente) all’azzurra, oggi numero 10 del ranking mondiale, che solo nel2010 haraggiunto il terzo turno sui prati di Wimbledon nelle sue quattro precedenti apparizioni.

“Devo ammettere che l’erba non mi piace granché. Faccio fatica perché io nasco su una diversa superficie. Ma cerco di adattarmi e voglio continuare così. Sono abbastanza soddisfatta di come ho giocato e fiduciosa per il prossimo turno”. Dove troverà l’inglese Anne Keothavong.

“Non mi ricordavo neppure di averci giocato due volte, vincendo nel 2008. E’ una giocatrice che non conosco benissimo. Sarà di certo un incontro complicato perché lei avrà il pubblico a favore ed è una discreta giocatrice sull’erba”.

Ha già staccato il biglietto del terzo turno invecela Giorgiche ha strapazzato con sorprendente facilità la georgiana Anna Tatushvili (6-3 6-1). Proveniente dalle qualificazioni, non ha ancora smarrito un set.

“Sono scesa in campo tranquilla e penso di aver giocato abbastanza bene. E’ stato un match piuttosto veloce, ma non sono sorpresa di questa vittoria”. Venerdì troverà la russa Nadia Petrova, testa di serie No. 20 ma già battuta una volta.

“Ci ho già giocato sul cemento ma a me non interessa chi sta dall’altra parte della rete. Io penso solo a fare il mio gioco”.

Il tabellone maschile intanto perde l’ultimo italiano. Come da previsioni, Roger Federer non lascia scampo a Fognini, che sul Centrale sotto gli occhi del principe Carlo e alla moglie Camilla raccoglie solo sei game (6-1 6-3 6-2). Un match impari ma che ha soddisfatto il ligure, orgoglioso di aver calpestato l’erba più nobile.

“Penso di aver giocato anche abbastanza bene. I miei punti me li sono guadagnati. Ma Roger è il tennis e quando serve così diventa impossibile giocargli contro”, le parole di Fognini.

Condividi: