Annan: governo ad interim Turchia: contraerea al confine

DAMASCO – Kofi Annan, inviato speciale della Lega Araba e dell’ Onu per la Siria cerca di trovare una soluzione politica al conflitto siriano a due giorni dalla conferenza internazionale di Ginevra e propone un governo ad interim per superare la crisi. Secondo quanto riporta l’emittente ‘al-Arabiya’, i Paesi che hanno potere di veto all’Onu tra cui la Russia, storica alleata della Siria, hanno appoggiato la proposta di Annan di un nuovo esecutivo a Damasco. Secondo alcune ong, sono oltre 15mila le vittime in Siria dall’inizio della rivolta contro il presidente Bashar al-Assad a marzo dello scorso anno.
“Siamo pronti ad accettare qualsiasi proposta che porti alla fine del bagno di sangue in Siria, ma deve essere accettata anche dall’opposizione interna siriana e deve comprendere la caduta di Bashar al-Assad”. E’ quanto ha affermato Khalid Saleh, dirigente del Consiglio nazionale siriano (Cns) in vista della Conferenza di Ginevra e dei nuovi piani dell’inviato dell’Onu, Kofi Annan.

Continua intanto a crescere la tensione tra Damasco e Ankara. La Turchia ha dispiegato la contraerea lungo il confine con la Siria a pochi giorni dall’abbattimento dell’aereo militare turco. Lo ha riferito l’emittente ‘Trt’, mentre l’agenzia d’informazione ‘Dogan’ ha diffuso un video di un convoglio militare che trasporta una batteria missilistica verso il confine con la Siria. La reazione della Turchia all’abbattimento del caccia F4 è stata ferma, ma finora non è sfociata in una reazione militare. Il premier turco, Recep Tayyip Erdogan, martedì ha definito l’episodio “un atto deliberato di ostilità pianificata”.

Il premier ha ricordato come la Siria, prima di sparare, non abbia dato alcun avvertimento e non abbia cercato di contattare le autorità turche. “La Turchia è un paese di cui tutti gli alleati e i vicini possono avere fiducia. La sua amicizia è importante – ha affermato – ma tutti devono sapere che la sua ira può essere nefasta”.