Ibra e Thiago al Psg, Roma in attesa per Borini

ROMA – Sono ore frenetiche per il futuro di Zlatan Ibrahimovic. Anche il presidente Silvio Berlusconi dà per certo il passaggio dello svedese e di Thiago Silva al Paris St. Germain, e si tratta di parole pesanti. Intanto, Ibra avrebbe accettato l’idea di andare a giocare nel Paris Saint-Germain e il suo procuratore, Mino Raiola, è partito per Parigi, dove ha avuto un lungo colloquio durato 4 ore con il d.s. del PSG Leonardo.

Ibra però ha chiarito di farne una questione economica, come dire che per trasferirsi vuole guadagnare più di quanto prende in rossonero. Solo per questo la trattativa è in fase di riflessione: la palla è passata agli sceicchi che detengono il club francese e vorrebbero anche Lukas Modric dal Tottenham (offerti 30 milioni). Quanto a Thiago Silva, si era già messo d’accordo con il PSG quando sembrava certo il suo passaggio alla corte di Ancelotti. Messaggi forti anche dal Brasile. Dedé ha prolungato il suo contratto con il Vasco da Gama, andando a guadagnare centomila euro al mese. Il Mito, come viene chiamato in patria il difensore con cui il Milan vorrebbe sostituire Thiago Silva (al posto di Ibra arriverebbe invece Destro), vuole rimanere in patria fino al Mondiale del 2014, ma nel nuovo accordo sottoscritto con il suo attuale club c’é una clausola rescissoria: chi lo vuole dovrà pagare 28 milioni di euro. probabile che ora quindi il Milan tenti di agganciare Astori o Ogbonna. Ha parlato anche Paulinho, il cui cartellino è ‘frazionato’ tra Corinthians, una banca ed un gruppo di investitori.

Ora, nonostante la corte serrata dell’Inter, il n.8 del ‘Timao’ vuole rimanere nel club paulista “perché i soldi non sono un problema”. Ha anche spiegato che questa situazione, e l’incertezza sul proprio futuro, gli ha tolto tranquillità e che, in ogni caso, vuole decidere entro le prossime 24 ore. Da San Paolo si dice anche che Moratti stia stringendo i tempi per arrivare a Lucas, come ammesso dallo stesso presidente interista: l’offerta giusta potrebbe essere quella di Coutinho (del quale però Stramaccioni vorrebbe la conferma) più 25 milioni. L’Eintracht Francoforte ha detto no alla Roma per Jung, che quindi rimane a giocare nella serie B tedesca. E’ ferma anche la situazione per Bradley, perché Greco non ha ancora deciso se andare al Chievo e, mentre dall’Internacional è arrivato il giovane brasiliano Lucca, al centrocampista romano è arrivata un’offerta anche dall’Olympiacos Pireo.

Il Valencia ha chiesto Osvaldo ma per ora la risposta è stata negativa, in attesa di capire se il Liverpool fa sul serio per Borini. Il Genoa ha preso Canini dal Cagliari e l’argentino Julian Velazquez dall’Independiente. Ora l’a.d. Lomonaco farà un’offerta alla Fiorentina per Vargas, mentre per l’attacco si sta valutando la possibilità di prendere il bomber cileno Ubilla. E’ cosa fatta il passaggio di Mario Alberto Santana dal Napoli al Torino, in prestito con diritto di riscatto. Imminente anche il passaggio di un altro argentino, il difensore Fideleff, al Parma, che ha perso Lodeiro: l’uruguayano che ha lasciato l’Ajax sta infatti per firmare con il Botafogo.

Condividi: