Erodani choc: “Lotito sapeva delle combine”

Pubblicato il 16 luglio 2012 da redazione

ROMA – Il presidente della Lazio Claudio Lotito avrebbe saputo della combine di Siena-Lazio della stagione 2006/2007 e di quella di Coppa Italia tra i biancocelesti e l’AlbinoLeffe del 25 novembre 2010.

La notizia trapela dall’interrogatorio di ieri di Massimo Erodiani, indicato dagli inquirenti come uno dei cervelli nella manipolazione di partite, colui che teneva i contatti con i componenti dell’organizzazione degli Zingari e con i gruppi che finanziavano la corruzione. La partita Siena-Lazio, vinta dai toscani per 2-1, era già finita sotto la lente delle Procure di Cremona e Napoli per una denuncia di estorsione fatta da Paolo Negro e il successivo lavoro di indagine dello Sco che in un’intercettazione tra due pregiudicati carpì la frase: “Guarda che Negro c’entra eccome, a questo togliamo un sacco di soldi”.

I due pregiudicati sarebbero venuti a conoscenza della presunta combine del match vinto dai toscani proprio grazie a una rete del difensore ex Lazio negli ultimi minuti di gioco che salvò il Siena e condannò il Chievo alla retrocessione. Secondo le indagini, Negro fece un cenno ad alcuni suoi ex compagni della Lazio per far notare, sul tabellone, il gol del vantaggio del Catania sui veronesi: risultato che con la concomitante vittoria del Siena avrebbe garantito al club di restare in Serie A. Erodiani avrebbe dichiarato ‘de relato’ che il patron della Lazio, venuto a conoscenza della cosa, avrebbe voluto cacciare i due giocatori laziali ‘traditori’. Mentre, sempre secondo Erodiani, Lotito sarebbe stato a conoscenza della combine del match di Coppa Italia Lazio-AlbinoLeffe del 25 novembre 2010, vinto dai biancocelesti.

Una partita di cui aveva già parlato il pentito Carlo Gervasoni ai pm di Cremona il 12 marzo scorso. “Gegic mi riferì che Lazio-AlbinoLeffe di Coppa Italia, terminata 3-0, credo del 25 novembre 2010 – si legge nel verbale – era stata combinata dai giocatori dell’AlbinoLeffe con over e sconfitta. Non mi disse chi è che aveva organizzato la combine”.

Ma Erodiani non è stato l’unico a fare dichiarazioni importanti ai federali. Per una sera, Matteo Gianello anziché in porta ha giocato all’attacco confermando la tentata combine di Sampdoria-Napoli, disputata il 16 maggio 2010 e vinta dai doriani per 1-0. L’ex terzo portiere del Napoli ha ribadito quanto detto ai pm partenopei il 15 giugno dello scorso anno: tentò di pilotare il risultato del match, provando a coinvolgere nell’illecito anche gli ex compagni Paolo Cannavaro e Gianluca Grava che ora rischiano il deferimento per omessa denuncia, mentre il Napoli quello per responsabilità oggettiva.

“E’ stata un’audizione normale, Gianello ha confermato quanto detto alla Procura della Repubblica di Napoli, senza aggiungere nulla di nuevo”, ha spiegato al termine del confronto, l’avvocato Eduardo Chiacchio. Nessuno stravolgimento di ruolo, invece, per il difensore juventino Leonardo Bonucci che davanti al pool del Procuratore Stefano Palazzi ha giocato in difesa, appunto.”Non ho niente da dire”, ha sibilato al termine di un interrogatorio durato due ore. Di fronte le dichiarazioni dell’ex compagno Andrea Masiello che tirano in ballo il calciatore viterbese per la presunta combine del match Udinese-Bari (3-3, il risultato) disputato il 9 maggio 2010, quando il difensore vestiva la maglia dei biancorossi pugliesi. Bonucci però si è sempre dichiarato innocente. A smentire Masiello, c’ha pensato ieri anche l’ex leccese Giuseppe Vives che ha negato di essere stato il referente giallorosso nella combine del derby Bari-Lecce (0-2, il risultato) del 15 maggio 2011.

Il giocatore del Torino ha negato, in particolare, l’episodio della pacca sulla spalla da parte di Masiello prima del fischio di inizio, segnale per dire che la combine si poteva fare. A tal proposito è slittata a giovedì l’audizione dell’ex presidente leccese Pierandrea Semeraro accusato di aver comprato il risultato favorevole di quel derby per 230mila euro.

Tra i volti noti ieri in Procura è stata la volta di altri due difensori che orbitano nel giro della Nazionale: l’ex geoano Domenico Criscito, che ha perso l’Europeo, con tanto di perquisizione a Coverciano, in merito al suo coinvolgimento nella presunta combine di Lazio-Genoa del 14 maggio 2011; e l’interista Andrea Ranocchia, chiamato a fornire informazioni sull’ambiente Bari, squadra in cui militò nella stagione 2009/2010.

“Criscito ha chiarito la sua posizione e speriamo, in tempi abbastanza veloci, di definire la sua posizione in maniera positiva”, ha commentato l’avvocato Rosso uscendo dagli uffici di via Po dopo un’ora e mezza di confronto. Tutto a posto”, ha dichiarato Ranocchia che dai federali è restato appena 50 minuti. Sono stati sentiti anche i calciatori Espinal, Curiale, Aniello Cutolo e il preparatore dei portieri David Dei in merito a Portogruaro-Crotone e il consulente di mercato del Parma Antonino Imborgia, sul Grosseto del presidente Camilli.

Ultima ora

17:41Doping: Fontana, ingiusto squalificare tutti i russi

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Non ritengo giusto il fatto di squalificare tutti gli atleti, sono sicura che in molti non hanno fatto mai uso di doping". Arianna Fontana, campionessa dello short track e portabandiera azzurra ai prossimi Giochi invernali di PyeongChang 2018, commenta così il bando degli atleti russi. "Veder sfumare il sogno olimpico deve essere una sensazione bruttissima. Potranno gareggiare senza bandiera ma è un po' diverso, è una decisione dura", ha aggiunto Fontana a margine della presentazione della partnership di Coni e Cip con Toyota avvenuta a Roma.

17:40Ordigno stazione Cc, possibili legami con Torino

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - Potrebbero esserci connessioni fra l'attentato dello scorso 7 dicembre a Roma, rivendicato dalla sigla Fai-Fri, e gruppi anarchici lottarmatisti orbitanti a Torino, dove è in corso il maxiprocesso Scripta Manent. La possibilità è al vaglio delle forze dell'ordine che si occupano del caso. Di recente ambienti anarchici hanno lanciato la campagna 'Dicembre nero', dedicata a Sebastian Oversluij, morto in Cile nel 2013, e a Alexandros Grigoropoulos, morto nel 2008. I comunicati invitano all'azione che "alimenti incendi e esplosioni contro il potere e i suoi difensori". La rivendicazione dell'attentato di Roma è a firma Fai-Fri 'Cellula Santiago Maldonado'. Il testo, a differenza di iniziative analoghe, non esprime solidarietà agli imputati del processo Scripta Manent, cosa che ha attirato l'attenzione degli investigatori. A Scripta Manent c'è invece riferimento nei comunicati di 'Dicembre nero', dove si legge che "in Italia i nostri compagni lanciano insulti ai giudici riaffermando le proprie convinzioni".

17:40Boldrini, fascismo e nazismo sono tragedie globali

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Il fascismo e il nazismo sono tragedie globali: non si tratta di cose di ragazzi, guai a essere indulgenti". Lo ha detto la Presidente della Camera, Laura Boldrini, aprendo i lavori del secondo Forum parlamentare Italia-America Latina e Caraibi.

17:40Maltempo: in Toscana prolungata allerta rossa

(ANSA) - FIRENZE, 11 DIC - E' stata prolungata fino alle 13 di domani 12 dicembre, l'allerta rossa per l'Alta Toscana per rischio idrogeologico e idraulico. Rimane arancione il livello di allerta per la Versilia e la parte dell'Ombrione pistoiese per rischio idrogeologico, vento e mareggiate. Scende invece al codice giallo la criticità per il resto della regione. Le aree dove il codice è più alto, si spiega dalla protezione civile regionale, sono Lunigiana, Apuane, Garfagnana, valle del Reno, parte inferiore del Serchio fino a Marina di Vecchiano. L'allerta è stata prolungata a seguito dell'ultimo bollettino meteo, in base al quale oggi proseguiranno le precipitazioni persistenti sui rilievi di Lunigiana, Garfagnana, Appennino pistoiese, in parte anche quello pratese e fiorentino. Le piogge, generalmente di moderata intensità, tenderanno ad intensificarsi dal pomeriggio, con possibili rovesci temporaleschi sulla Lunigiana e Garfagnana. In pianura saranno più deboli e intermittenti. Nel corso della notte le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o localmente di temporale, tenderanno gradualmente a trasferirsi al resto della regione, attenuandosi sul nord-ovest. Dalla sera di oggi, lunedì, ci sarà anche possibilità di temporali sul nord-ovest. Nel corso della notte e la mattinata di domani possibilità di temporali sparsi sul centro-nord, dal pomeriggio su quelle meridionali. Per i venti, oggi raffiche molto forti crinali appenninici e sottovento ad essi, costa centro-meridionale, Colline Metallifere e attorno all'Amiata. Attenuazione dei venti a partire dalle prime ore di domani quando è prevista la rotazione dei venti a libeccio. Oggi ancora mare agitato sulle coste esposte al flusso meridionale e in Arcipelago. Graduale attenuazione del moto ondoso dalle prime ore di domani, martedì.(ANSA).

17:30Roma:domenica ecologia slitta a 25/2, 17/12 pedonalizzazioni

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato l'ordinanza per posticipare la domenica ecologica del 17 dicembre 2017 alla nuova data del 25 febbraio 2018. In aggiunta allo spostamento della data si è scelto di valutare la possibilità di pedonalizzare, nella giornata del 17 dicembre, una via in ogni Municipio al fine di creare tante isole pedonali libere dalle auto. Alcune associazioni di commercianti avevano chiesto lo slittamento visto che la domenica ecologica cadeva nel fine settimana di shopping pre-natalizio. Inoltre l'assessorato alla Sostenibilità Ambientale ha deciso di riproporre l'iniziativa di piantumazione di essenze nelle tre "domeniche ecologiche" ancora in programma (21 gennaio; 11 febbraio e 25 febbraio).

17:29Calcio: Spalletti, con Juve Inter non perfetta

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - "Contro la Juventus abbiamo giocato con un'unica anima ma non abbiamo fatto la partita perfetta". L'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti torna così, alla vigilia della Coppa Italia, ad analizzare il pareggio di Torino. Una sfida che a Spalletti non ha dato indicazioni ulteriori: "A me non ha dato niente di nuovo, è stato come riguardare una foto che avevo già sul cellulare. Ha consolidato le certezze e i punti su cui dobbiamo migliorare per crescere ulteriormente. A Torino abbiamo fatto vedere sia le nostre qualità che ciò che è ancora da mettere a posto".

17:27New York: polizia, uomo fermato si chiama Akayed Ullah

(ANSA) - NEW YORK, 11 DIC - Il fermato per l'esplosione di New York ha 27 anni e si chiama Akayed Ullah. Lo afferma il capo della polizia di New York, James O'Neill. L'uomo è attualmente in ospedale.

Archivio Ultima ora