Ucciso il fratello del deputato Amoroso

CARACAS – Heiter Jesús Amoroso, fratello dell’ex presidente del Gruppo parlamentare di Amicizia Italia-Venezuela e deputato del Psuv Elvis Amoroso, è stato ucciso lunedì da un colpo di fucile alla testa davanti alla sua abitazione a Barlovento, stato Miranda. La morte sarebbe avvenuta in forma immediata.

Ad aggredire il 47enne, che stava tornando a casa in automobile e che si pensia abbia reagito ad un tentativo di rapina, sarebbero stati Ayinson Briceño Hernández (21 anni) e un adolescente di 13 anni, entrambi membri della banda ‘Cien Bolos’, fermati poche ore dopo il delitto da agenti della Polizia scientifica (Cicpc). Per il loro presunto coinvolgimento nel crimine, consumatosi nel settore San Vicente del municipio Eulalia Buroz, i due ragazzi sono stati imputati dal Ministerio publico.

La polizia giudiziaria avrebbe in custodia altri membri del gruppo delittivo, che si dedica principalmente a furti e rapine nella zona di Barlovento. Ai due sospetti sono stati sequestrati un fucile di fabbricazione casalinga e un Discoverer.

La tragedia è stata motivo di scontro politico durante la sessione ordinaria di ieri all’Assemblea Nazionale, dove Elvis Amoroso è anche Presidente della Commissione di Politica interna, quando il deputato oppositore Juan Carlos Caldera ha chiesto un minuto di silenzio per la morte della vittima – poi osservato dall’Aula -, criticando i parlamentari del governo per non aver fatto menzione dell’accaduto.

– È lamentabile – ha affermato Caldera – che dobbiamo farlo noi che sì siamo solidali con la vita di tutti.

Heiter Amoroso era proprietario di una macelleria a Mamporal.

M.V.

Condividi: