Countdown al via: Apertura stimati 4 mld di spettatori

ROMA – Nella serata di venerdì prossimo gli occhi del mondo saranno puntati su Londra. Alle 21, infatti, prenderà il via la cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012 e il mondo intero, si stimano circa quattro miliardi di spettatori, potrà assistere, attraverso la mediazione del direttore artistico Danny Boyle (regista di Trainspotting e Slumdog Millionaire), alla parata delle delegazioni di tutte le nazioni partecipanti, guidate dai loro alfieri, ma soprattutto all’ingresso nello Stadio Olimpico della Fiamma olimpica e all’accensione del Braciere che darà ufficialmente il via ai Giochi e che rimarrà acceso per tutto il corso della manifestazione.
Il nome della cerimonia d’apertura, del costo di 27 milioni di sterline, sarà ‘Isole della meraviglia’ e l’evento avrà inizio con il suono della campana più grande d’Europa, costruita dalla Fonderia Whitechapel. Lo stadio prenderà la forma della campagna inglese e la scena d’apertura, titolata ‘Green and Pleasant’, includerà la presenza di veri e propri animali da cortile: 12 cavalli, due mucche, tre capre, dieci galline e 70 pecore.

– Le nostre Isole della Meraviglia vogliono rendere omaggio alla creatività esuberante del genio britannico, in una cerimonia d’apertura che speriamo possa risultare imprevedibile e creativa come il popolo britannico – ha detto Danny Boyle.

La cerimonia vedrà la Regina del Regno Unito essere accolta all’ingresso dello Stadio Olimpico dal presidente del Cio Jacques Rogge. Successivamente prenderà il via il corteo delle squadre nazionali partecipanti, che sfileranno l’una di seguito all’altra. Le squadre entreranno seguendo l’ordine alfabetico della lingua del Paese ospitante, con l’esclusione della Grecia, che entrerà per prima perché patria dei Giochi Olimpici antichi, e della Gran Bretagna, che entrerà per ultima in quanto squadra del paese ospitante.

Quando tutte le nazioni avranno fatto il loro ingresso presso lo Stadio olimpico Sebastian Coe, presidente del Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici di Londra 2012, e Jacques Rogge terranno un discorso che si concluderà con l’invito alla Regina a dichiarare ufficialmente aperti i Giochi olimpici. Seguirà il giuramento da parte di un atleta, di un giudice di gara e di un commissario tecnico (tutti appartenenti al Regno Unito) che, stringendo un lembo della bandiera del Cio, prenderanno l’impegno di svolgere il loro dovere nel totale rispetto delle regole sportive.

Un gruppo di 15.000 persone animerà la cerimonia d’apertura dei Giochi di Londra ma il gran finale sarà costituito dall’ingresso nello Stadio della Fiamma olimpica che, passando attraverso gli atleti presenti, andrà ad accendere il Braciere olimpico, indicando l’effettivo inizio delle Olimpiadi. Inizialmente era stato previsto che la cerimonia d’apertura durasse quattro ore ma per permettere agli 80.000 spettatori che riempiranno lo Stadio Olimpico di tornare a casa utilizzando i mezzi pubblici è stato deciso di ridurre l’evento di mezz’ora, tagliando un numero di acrobazie in motocicletta. A chiudere la cerimonia sarà un’esibizione di Paul Mc Cartney.

L’Italia, la cui portabandiera sarà Valentina Vezzali, potrà contare sulla spedizione di 290 atleti. Gli azzurri risiederanno presso il ‘Queen Elizabeth II Conference Centre’, struttura inaugurata da sua Maestà la Regina nel 1986 e costituita da sei piani, 29 diversi spazi per eventi distribuiti su un complesso di 6 mila metri quadrati.

La posizione turistica garantisce alla location un’elevata visibilità, oltre alla possibilità di utilizzare l’area verde esterna. Offre tutti i servizi necessari per ospitare un evento e contempla molti spazi disponibili, che vanno dai 70 ai 1300 metri quadrati: tra gli altri la Elizabeth Windsor (180 mq), il Churchill Auditorium (720 mq), fino alla Fleming & Wittle room (1300 mq).

Condividi: