Juventus, Conte ritrova i suoi gioielli: tornano gli azzurri

TORINO – Juve forza otto. Otto come i nazionali azzurri che sono rientrati a Vinovo dopo le vacanze post-Europeo. Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Giaccherini, Marchisio, Pirlo e il vecchio-nuovo acquisto Giovinco hanno varcato ieri mattina i cancelli del centro sportivo bianconero: per loro il menu prevedeva i test atletici del Centro di Ricerca Mapei, cui si è sottoposto anche Lucio, che non aveva svolto le prove a Chatillon.
Antonio Conte ritrova così i suoi gioielli, da oggi tutto il gruppo lavorerà insieme (ieri riposo per chi è stato in ritiro), in attesa delle tre amichevoli internazionali che serviranno per mettere a punto meccanismi e condizione fisica in vista della Supercoppa, in programma l’11 agosto a Pechino. Contro il Napoli mancheranno gli infortunati Pepe e Caceres e anche Chiellini è in dubbio, visto che sta proseguendo le terapie per recuperare dall’infortunio patito nella finale europea. Lavoro differenziato anche per Mauricio Isla, che non ha partecipato alla preparazione a Chatillon e che continuerà a svolgere un programma ad hoc per lasciarsi definitivamente alle spalle l’infortunio al ginocchio che gli ha fatto perdere la seconda parte della scorsa stagione con l’Udinese.

Riparte quindi a ranghi completi la corsa della Juve, che vuole confermarsi in Italia e dare l’assalto alla Champions League. Claudio Marchisio indica la strada: “Il nostro spirito – dice ai microfoni di Sky – deve essere di ritornare ad avere la fame che c’era l’anno scorso, perché solo così possiamo fare una grande stagione”. E’ la stessa rotta tracciata da Conte, che adesso proseguirà nell’opera di inserimento dei nuovi arrivati. Asamoah ha già impressionato per come si è calato nella nuova realtà, per Lucio è solo questione di tempo. Il brasiliano deve ancora integrarsi nella difesa a tre, dove brilla invece il giovane Masi, che invece di tornare alla Pro Vercelli, come previsto, potrebbe avere una chance di conferma visto l’infortunio di Caceres. A proposito di speranze per il futuro, oggi la Juve ha preso dal Parma il diciottenne portiere Francesco Anacoura. Ora la curiosità è tutta per Sebastian Giovinco. Conte lo ha espressamente voluto, bisognerà vedere come la ‘formica atomica’ risponderà alla nuova sfida dopo essere definitivamente esploso con il Parma. Senza dimenticare, ora che Destro è sfumato, la curiosità relativa al top player d’attacco. L’Arsenal ha fatto il prezzo per Robin Van Persie: 20 milioni di sterline, circa 25 milioni di euro. Un po’ alto per i dirigenti bianconeri, che lavoreranno per abbassarlo. Il duello é più con il Manchester United che con il Manchester City. Sempre attuale poi la pista che porta a Stevan Jovetic, come alternativa all’olandese; sullo sfondo anche lo scambio Pazzini-Quagliarella. La caccia continua.

Condividi: