Chávez: “Fuori dalla Cidh” Usa: “Decisione lamentabile”

CARACAS – Il presidente Hugo Chávez ha dichiarato martedì di aver ordinato al suo cancelliere, Nicolás Maduro, l’uscita immediata del Venezuela dalla ‘Corte Interamericana de los Derechos Humanos’ (Cidh), accusata da capo di Stato di aver “oltraggiato” il diritto internazionale e “offeso la dignità” del popolo venezuelano.

– La CIDH è tornata a oltraggiare il Venezuela e il diritto internazionale, ad offendeer la dignità di un intero popolo. Usciremo da questa Corte – ha dichiarato Chávez – dobbiamo farlo per una questione di dignità. Ho già detto a Nicolás che non aspetteremo ancora. Il Venezuela si ritira dalla Corte, che accusiamo di indegna per portare il suo nome. Ci aggrediscono per provare ad essere liberi!

La decisione del governo, in realtà di vecchia data, arriva dopo la sentenza della Corte – tribunale indipendente della ‘Organización de Estados Americanos’ (OEA) – che si è espressa contro il Venezuela per maltrattamenti al presunto terrorista Raúl Díaz Peña. L’uomo, condannato dalla guistizia venezuelana a nove anni e quattro mesi di carcere per aver partecipato agli attentati terroristici perpetrati nel 2003 contro l’Ambasciata spagnola e il Consolato colombiano di Caracas, scappò negli Stati Uniti, a Miami, quando nel 2010 passò ad un regime di libertà condizionata.

Le critiche al governo venezuelano sono fioccate dagli esponenti di opposizione e dagli Usa.

– Il Venezuela manderebbe ai Paesi vicini un messaggio profondamente lamentabile sul suo impegno relativamente ai diritti umani e alla democrazia se concretizza il suo ritiro dalla Corte – ha commentato in una conferenza stampa la portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Victoria Nuland.

In un comunicato, il governo di Hugo Chávez sottolinea che “il caso Díaz Peña è ancora aperto” e che lui, dopo essere stato beneficiato del regime di libertà condizionata dopo solo cinque anni di carcere, scappò. Con la sua decisione, si legge, “la Corte palesa la sua complicità con la politica di Washington di protezione ai terroristi che attentano contro i popoli della Nostra America”.

Condividi: