Alesi pronto a stupire Londra

CARACAS – Senza dubbio, uno dei punti di riferimento del nuoto venezuelano (insieme ad Albert Subirats) per i Giochi di Londra 2012  Octavio Alesi. L’italo-venezuelano vuole appendersi al collo la sua prima medaglia olimpica, che gli spalancherebbe le porte  della ‘hall of fame’ dello sport ‘criollo’.

Il ragazzo, nato 26 anni fa a Barinas, dopo essersi allenato per diversi giorni nel Centro Italiano Venezuelano di Caracas ha completato la sua messa a punto in Spagna. Nella penisola iberica ha avuto la possibilità di prepararsi per la grande occasione insieme ai suoi compagni della staffetta 4×100 (Cristian Quintero, Marcos Lavado e Crox Acuña).

– La mia preparazione in Spagna è stata eccellente, ha superato le mie spettative. Ho continuato con il lavoro svolto in Venezuela con il mio allenatore Artemio Victoria, con cui mi alleno da 15 anni. Con lui ho imparato tante cose sia a livello professionale che personale.

Octoman, nome con cui è noto il campione di origini siciliane, in Spagna ha avuto l’opportunità di vedere gli allenamenti di campioni del calibro del serbo Milorad Cavic, il trinitario George Bovell, l’irlandese Barry Murphy e il polacco Conrad Cerniack.

Alesi ha iniziato a dare le sue prime bracciate nei giochi Fedeciv e ora, grazie alla sua perseveranza, ha realizzato il sogno di tutti gli atleti: partecipare ad una olimpiade.

L’italo-venezuelano è idoneo per partecipare tanto nello stile libero come nella farfalla.

– Negli allenamenti svolti nel ‘Club de natación Santa Olaya’, nella città di Gijón, in Spagna, ci siamo concentrati per migliorare la partenza e il ritorno, senza tralasciare l’aspetto físico. Poi, grazie ai video, sono riuscito a vedere dove devo migliorare le mie bracciate. Senza dubbio è stata un’esperienza bellissima.

23 i record nazionali di cui è detentore, 5 dei quali ancora in vigore, più un record panamericano. Due qualificazioni alle Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012), 6 partecipazioni ai campionati mondiali: Barcellona (2003), Shanghai (2006), Melbourne (2007), Roma (2009), Dubai (2010) e Shanghai (2011), oltre a 2 presenze ai Giochi della Gioventù in Italia, sono il biglietto da visita di Octoman.

– A Londra parteciperò alla gara della staffetta 4×100, nel 2008 ho partecipato alla prova individuale. L’esperienza in questo 2012 è diversa – confida Octavio – la preparazione per i Giochi di Londra è stata più dura ed impegnativa rispetto al quella del 2008. Adesso ho 4 anni in più di esperienza e conosco meglio i miei pregi e difetti in vasca. Mi sento abbastanza rilassato. Penso che influisca il fatto di aver già partecipato ad un evento così importante come i giochi olimpici. Sono concentrato e ogni giorno mi alleno con la stessa grinta di sempre, per poter rappresentare al meglio il Venezuela nella staffetta dei 4×100.

Octoman, cugino di terzo grado del campione di Formula 1 Jean Alesi, sicuramente si rilasserà prima della gara ascoltando alle cuffiette della sua radiolina la sua musica preferita: rock e da discoteca. Comunque vada, sappiamo che farà del tutto per far entrare il suo nome nella storia dei giochi a cinque cerchi.

Fioravante De Simone

Condividi: