Formigoni risponderà ai Pm ma non domani

Pubblicato il 26 luglio 2012 da redazione

MILANO – Vuole rispondere alle domande, ma non dopodomani. Roberto Formigoni, che con la notifica di un’informazione di garanzia e un invito a comparire è ufficialmente indagato dalla Procura di Milano per il caso Maugeri, domani non si presenterà davanti ai pm che lo hanno convocato con l’accusa di corruzione aggravata dalla transnazionalità, in concorso con molti dei nomi ormai noti finiti sotto inchiesta ed anche con l’amico, e come lui ‘Memores Domini’, Alberto Perego.

Come hanno fatto sapere al quarto piano del Palazzo di Giustizia, l’interrogatorio del Governatore, salvo sorprese, non dovrebbe svolgersi nel week-end, ma verosimilmente la prossima settimana. Ieri pomeriggio, infatti, il difensore del presidente della Lombardia, l’avvocato Salvatore Stivala, dopo un breve colloquio con il procuratore aggiunto Francesco Greco e i pm Laura Pedio e Antonio Pastore, ha spiegato che sabato Formigoni non ci sarà perchè ‘’i tempi sono troppo ravvicinati’’ e di aver dato ai magistrati la disponibilità per una serie di date ‘’anche in agosto’’, in quanto l’intenzione è quella di difendersi davanti agli inquirenti.

– Ci sara’ e risponderà alle domande – ha aggiunto il legale.
Insomma, calendario alla mano, si sta cercando una data che possa essere compatibile con gli impegni di tutti, vista anche l’imminente pausa per le vacanze estive. Intanto, mentre si sta scavando anche nei conti bancari di Formigoni, dall’invito a comparire trapelano altri particolari. Innanzitutto che Perego, stretto collaboratore del ‘Celeste’, risulta indagato per la vicenda della villa in Sardegna. Si tratta di 13 vani che il commercialista ha acquistato l’anno scorso per tre milioni di euro da una società di Dacco’ con un maxi-sconto di favore, secondo l’accusa, e con un prestito di 1,1 milioni ricevuto dal governatore (anche su questo si concentrano gli accertamenti bancari). Sconto da circa un milione e trecento mila euro – e non da 4 milioni come scritto in un’informativa della polizia giudiziaria – in quanto i pm, che nella stesura del capo di imputazione hanno anche ritoccato alcune cifre dei ‘’benefit’’ elargiti a Formigoni e al suo entourage dal faccendiere Pierangelo Daccò, hanno preso come riferimento la valutazione di mercato più bassa fatta da alcuni periti su quell’immobile, ossia 4,3 milioni.

Dalle indagini finora svolte, poi, come si evince dal capo di imputazione, è venuto a galla che la fetta più consistente dei ‘cadeau’ che avrebbe ricevuto il presidente della Lombardia da parte di Daccò riguarderebbe i tre yacht, l’’Ad Maiora’, l’’Ojala’ e il ‘Cinghingaia’ di cui si parla in alcuni verbali, e messi a sua disposizione tra il 2007 e il 2011: circa 4,5 milioni euro di costi per ‘’imbarcazioni di lusso’’ – 800 mila in più rispetto al conteggio degli investigatori – per garantire vacanze nei luoghi più esclusivi del Mediterraneo.

Nell’atto dei magistrati c’è poi l’elenco delle altre ‘’utilità’’ che il presidente lombardo avrebbe ricevuto da Daccò: 600 mila euro versati per la campagna elettorale del 2010 (i pm, in un primo tempo, avevano contestato quei soldi come finanziamento illecito ai partiti, ma ora sono stati ‘assorbiti’ nella corruzione); 500 mila euro per cene, eventi e incontri in locali ‘a cinque stelle’; 800 mila euro circa per le vacanze ai Caraibi, tra soggiorni e viaggi aerei; circa 70 mila euro per i meeting di Comunione e Liberazione. Tutte spese che, come si è saputo, sono state comunque calcolate per ‘difetto’ e che portano a indicare il prezzo della presunta corruzione in 7,8 milioni di euro e non in 9 milioni, come è scritto nell’informativa della pg.

Nel frattempo, il settimanale ‘Tempi’, vicino a Cl, prende le difese del governatore: ‘’Per dire che Formigoni è corrotto bisogna dimostrare che c’è stato il patto corruttivo’’.

Il punto nodale dell’inchiesta, infatti, e su cui continuano a lavorare gli inquirenti, è proprio quello di accertare, tramite testimonianze e altri riscontri, che il governatore sarebbe stato corrotto per far approvare una quindicina di delibere di Giunta che in dieci anni hanno portato nelle casse della Fondazione Maugeri circa 200 milioni di euro, come rimborsi regionali per le funzioni sanitarie ‘’non tariffabili’’.

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora