Tante presenze nell’Assemblea Generale Annuale dei Trevisani nel mondo

Pubblicato il 31 luglio 2012 da redazione

TREVISO  – Gli accoglienti spazi del Centro Congressi “Antica Postumia” di Vedelago sono stati teatro dell’assemblea generale annuale dei Trevisani nel Mondo, quest’anno anche a cadenza elettiva triennale.

Una assise assembleare confortata da un congruo numero di presenze, che ha sintetizzato l’immagine della realtà trevigiana in ogni parte del mondo, con l’immancabile incrociarsi di persone provenienti da ogni dove, con il loro carico di problemi, affetti, emozioni.

Ha condotto i lavori, in quanto anche “neutrale” rispetto alla coincidenza elettiva, il fondatore storico monsignor don Canuto Toso, che non ha perso l’occasione per puntualizzare le linee guida dello statuto e per richiamare l’attenzione sulla persona in condizione di qualsiasi bisogno, chiedendo “aggiornamento e adeguamento” per l’associazione.

Il presidente Giuseppe Zanini, che vestiva i panni dell’argento dei suoi 25 anni consecutivi di carica, ha elencato le molte iniziative sviluppate nel frattempo “aprendoci sempre ai bisogni circostanti” e puntando sul fatto che “come Atm dobbiamo riflettere sul come meglio poter essere protagonisti per rappresentare la globalizzazione, anche adeguando il nostro sistema di vivere e rivedere il nostro modo di essere”.

Il direttore generale Riccardo Masini ha a sua volta relazionato sulla situazione interna ed esterna – “una attività poliedrica che si espande ovunque” – sotto il profilo morale e operativo ed esortando alla fiducia nel futuro, “perche il lavoro lascia sempre il segno e una strada tracciata presuppone la possibilità di percorrerla”.

L’amministratore Lorenzo Sartori ha svolto la relazione economica del conto consultivo 2008, con prospettive e riflessi sul bilancio 2009 presentando una situazione competente ed oculata. Con l’occasione è stata data ufficialità all’iniziativa di “raccolta fondi Pro Vallà”, aperta con 5000 euro dalla sede centrale e con i ringraziamenti del presidente la sezione Atm di Riese, Guerrino Maggiotto.

Nicola Carnevale, quale presidente dei collegio dei revisori dei conti, ha a sua volta illustrato il bilancio con una appropriata cavalcata di cifre accostate alle attività dando parere favorevole. Tutte le relazioni sono state approvate all’unanimità .

Dopo l’intervento del vicepresidente fondatore Tiziano Dal Tin – “nonostante tutte le crisi, l’Atm continua a tenere le candele accese” – che fungeva anche da presidente della commissione elettorale, hanno portato il loro saluto anche il vicepresidente della Provincia Floriano Zambon – “l’Atm è una risorsa grandissima, che brilla come le parole della sua canzone” –  e l’assessore provinciale Barbara Trentin, per cui è “fondamentale il lavoro dell’Atm svolto con passione e competenza”.

E non è stata certo una assemblea dalle cose contate: ha costituito, invece, un ulteriore passo in avanti.

Dall’Italia hanno risposto all’appello tutte le sezioni della provincia oltre a quelle di Torino, Chieri e Latina; dall’estero il Brasile, la Svizzera, l’Australia, l’America del Nord e l’Europa. Il tutto contribuendo a mettere in risalto che i trevisani nel mondo sono protagonisti di valori originari trapiantati nel migliore dei modi in altre realtà.

Su questo filo conduttore sono intervenuti nel dibattito: Gaspare Guadagnin di San Gallo-Svizzera, Belaver Tais di Porto Alegre-Brasile, Antonio Panazzolo di Basilea-Svizzera, Guido Armellin di Toronto-Canada, Riccardo Maccan di Oderzo, Alessandro Benvegnù di Ponzano, Mario Algeo Jr di Conegliano, Guido Campagnolo di Caerano, Piero Paletti di Miane, Kuigi Cabrio di Mogliano e Giovanni Borsato di Villorba.

Gradito e festeggiato l’assessore regionale Oscar De Bona che, sia pure arrivato in extremis, ha salutato e relazionato gli astanti.

Ed ecco i 15 membri neo eletti del Consiglio che, subito dopo la pausa estiva, eleggeranno ufficialmente il presidente e l’organigramma operativo: Riccardo Masini, Guerrino Maggiotto, Loretta Pizzato, Giuseppe Zanini, Elena Barbarotto, Guido Campagnolo, Dino Polles, Aldo Benato, Florio Durante, Gaetano Lanaro, Ampelio Sossai, Angelo Zanatta, Mario Algeo, Olivo Zanette e Silvio Civiero.

Ultima ora

00:07L’Spd apre a grande coalizione,sì a colloqui con Merkel

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - I socialdemocratici tedeschi hanno preso la loro decisione: affronteranno i colloqui per una possibile coalizione di governo con Angela Merkel all'inizio di gennaio, e nel giro di due settimane presenteranno i risultati a un congresso straordinario di partito, fissato il 14, per stabilire se sedersi al tavolo dei veri e propri negoziati per una nuova edizione della Grosse Koalition. "Colloqui dall'esito comunque aperto", ha ribadito il leader fresco di conferma, senza rinunciare all'ipotesi di nuove forme di collaborazione. La cancelliera ha apprezzato pubblicamente gli sforzi compiuti da un partito costretto ad una evidente, complicata retromarcia, e ha espresso "grande rispetto" per il percorso decisionale degli alleati-avversari, sottolineando poi però che all'Europa serve una Germania stabile. "Ce lo chiedono tutti", è il monito arrivato dopo il vertice di Bruxelles, a Norimberga, dove era ospite dei cristiano-sociali.

23:58Austria: chiuse trattative. Kurz, c’è accordo governo

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - In Austria, le trattative fra l'Oevp del conservatore Sebastian Kurz e il Fpoe del populista di destra Heinz Christian Strache sono concluse, e i due partiti sono pronti a governare. "C'è un accordo turchese-blu", ha affermato Kurz. "Alle elezioni del 15 ottobre si è deciso per il cambiamento, e insieme vogliamo mettere al sicuro questo cambiamento", ha affermato Kurz, che ha annunciato di voler stabilire un "nuovo stile". "La nuova coalizione si impegna per una politica che risparmia nel sistema, e non a carico della gente", ha continuato il cancelliere designato che ha promesso l'abbassamento delle tasse agli austriaci. A soli 31 anni, sarà lui il cancelliere più giovane della storia del suo Paese e dell'Europa. E questo è l'esito di uno stile politico spregiudicato, con cui il giovanissimo ex ministro degli Esteri ha conquistato la leadership del partito popolare e lo ha portato progressivamente più a destra, strappando il possibile successo elettorale dei populisti di destra del Fpoe.

23:57Gerusalemme: fonti Casa Bianca, Muro parte di Israele

(ANSA) - WASHINGTON, 15 DIC - La Casa Bianca manda segnali per far sapere che vede il Muro occidentale di Gerusalemme (il Muro del pianto) come parte di Israele, alla vigilia della visita del vicepresidente Usa Mike Pence nella regione. Benche' precisino che i confini definitivi della citta' santa devono essere definiti dai negoziati israelo-palestinesi, i dirigenti della Casa Bianca contattati dall'Ap escludono fondamentalmente qualsiasi scenario che non mantenga il controllo di Israele sui luoghi sacri dell'ebraismo.

23:55Basket: Eurolega, Panathinaikos-Milano 80-72

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - L'Olimpia ad Atene fa come Penelope ad Itaca: contro il Panathinakos tesse la tela per 15' e si costruisce un vantaggio di 13 punti (37-24), poi la disfa perdendo fluidità in attacco e consistenza in difesa fino al 80-72 che sancisce la quarta sconfitta consecutiva in Eurolega (3-9). Delusione e rimpianti si mischiano alla rabbia per un arbitraggio discusso e discutibile: con la gara in equilibrio a metà del terzo periodo viene fischiato un fallo tecnico per una simulazione molto dubbia a Theodore che costa al playmaker l'espulsione. In quel momento il Panathinaikos piazza un parziale di 7-0 che spacca in due l'incontro. Le triple di Rivers (20 punti, 6/9 da 3) e Lojeski (14, 2/4 dall'arco) e il predomino a rimbalzo di Gost (11 e 7) fanno il resto, lasciando l'AX Milano con il cerino in mano e con tanto amaro in bocca.

22:21Savoia: spoglie regina Elena tornano in Italia dopo 65 anni

(ANSA) - MONDOVI' (CUNEO), 15 DIC - Torna in Italia la salma della regina Elena di Savoia. Le spoglie della moglie di Vittorio Emanuele III, penultima Regina d'Italia, sono state trasferite oggi da Montpellier, dove è morta nel 1952 a 79 anni, al Santuario di Vicoforte, vicino a Mondovì, nel Cuneese. A darne notizia è stata la nipote Maria Gabriella di Savoia, che esprime "profonda gratitudine" al presidente Sergio Mattarella, "che fattivamente propiziò la traslazione della salma". Il trasferimento è avvenuto in gran segreto. Il Santuario già nelle intenzioni del duca Carlo Emanuele I di Savoia, a inizio Seicento, doveva diventare il mausoleo della Casa reale. Non è escluso che nelle prossime settimane qui vengano traslate anche le spoglie di Vittorio Emanuele III, morto in esilio il 28 dicembre di settant'anni fa ad Alessandria d'Egitto, dove è tuttora sepolto. "Confido che il ritorno in Patria della Salma di Elena, concorra alla composizione della memoria nazionale", è l'auspicio di Maria Gabriella.(ANSA).

21:57Salvini, Cav non è candidabile e non può fare il premier

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Se la Lega prende un voto in più rispetto agli altri alleati è chiaro che sono io il premier, Berlusconi non è candidabile quindi non può essere premier. Una cosa che voglio dire è che chi vota Lega non vota governi di inciuci e questo Berlusconi lo deve aver chiaro...". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini a "Zapping" su Radio1 Rai.

21:53Germania: nuovo aeroporto ‘Ber’ aprirà ad ottobre 2020

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - Il nuovo aeroporto della capitale tedesca 'BER', dopo ripetuti ritardi, dovrebbe entrare in funzione ad ottobre 2020. Lo ha comunicato il numero uno del consiglio di sorveglianza, Rainer Bretschneider, oggi a Berlino. I lavori sono cominciati nel 2006 e l'aeroporto avrebbe dovuto entrare in attività nel 2011. Ma i ritardi si sono accumulati e i costi sono lievitati da 2 a 6,5 mld, fino all'ultimo piano finanziario previsto per la primavera del 2018.

Archivio Ultima ora