Tante presenze nell’Assemblea Generale Annuale dei Trevisani nel mondo

TREVISO  – Gli accoglienti spazi del Centro Congressi “Antica Postumia” di Vedelago sono stati teatro dell’assemblea generale annuale dei Trevisani nel Mondo, quest’anno anche a cadenza elettiva triennale.

Una assise assembleare confortata da un congruo numero di presenze, che ha sintetizzato l’immagine della realtà trevigiana in ogni parte del mondo, con l’immancabile incrociarsi di persone provenienti da ogni dove, con il loro carico di problemi, affetti, emozioni.

Ha condotto i lavori, in quanto anche “neutrale” rispetto alla coincidenza elettiva, il fondatore storico monsignor don Canuto Toso, che non ha perso l’occasione per puntualizzare le linee guida dello statuto e per richiamare l’attenzione sulla persona in condizione di qualsiasi bisogno, chiedendo “aggiornamento e adeguamento” per l’associazione.

Il presidente Giuseppe Zanini, che vestiva i panni dell’argento dei suoi 25 anni consecutivi di carica, ha elencato le molte iniziative sviluppate nel frattempo “aprendoci sempre ai bisogni circostanti” e puntando sul fatto che “come Atm dobbiamo riflettere sul come meglio poter essere protagonisti per rappresentare la globalizzazione, anche adeguando il nostro sistema di vivere e rivedere il nostro modo di essere”.

Il direttore generale Riccardo Masini ha a sua volta relazionato sulla situazione interna ed esterna – “una attività poliedrica che si espande ovunque” – sotto il profilo morale e operativo ed esortando alla fiducia nel futuro, “perche il lavoro lascia sempre il segno e una strada tracciata presuppone la possibilità di percorrerla”.

L’amministratore Lorenzo Sartori ha svolto la relazione economica del conto consultivo 2008, con prospettive e riflessi sul bilancio 2009 presentando una situazione competente ed oculata. Con l’occasione è stata data ufficialità all’iniziativa di “raccolta fondi Pro Vallà”, aperta con 5000 euro dalla sede centrale e con i ringraziamenti del presidente la sezione Atm di Riese, Guerrino Maggiotto.

Nicola Carnevale, quale presidente dei collegio dei revisori dei conti, ha a sua volta illustrato il bilancio con una appropriata cavalcata di cifre accostate alle attività dando parere favorevole. Tutte le relazioni sono state approvate all’unanimità .

Dopo l’intervento del vicepresidente fondatore Tiziano Dal Tin – “nonostante tutte le crisi, l’Atm continua a tenere le candele accese” – che fungeva anche da presidente della commissione elettorale, hanno portato il loro saluto anche il vicepresidente della Provincia Floriano Zambon – “l’Atm è una risorsa grandissima, che brilla come le parole della sua canzone” –  e l’assessore provinciale Barbara Trentin, per cui è “fondamentale il lavoro dell’Atm svolto con passione e competenza”.

E non è stata certo una assemblea dalle cose contate: ha costituito, invece, un ulteriore passo in avanti.

Dall’Italia hanno risposto all’appello tutte le sezioni della provincia oltre a quelle di Torino, Chieri e Latina; dall’estero il Brasile, la Svizzera, l’Australia, l’America del Nord e l’Europa. Il tutto contribuendo a mettere in risalto che i trevisani nel mondo sono protagonisti di valori originari trapiantati nel migliore dei modi in altre realtà.

Su questo filo conduttore sono intervenuti nel dibattito: Gaspare Guadagnin di San Gallo-Svizzera, Belaver Tais di Porto Alegre-Brasile, Antonio Panazzolo di Basilea-Svizzera, Guido Armellin di Toronto-Canada, Riccardo Maccan di Oderzo, Alessandro Benvegnù di Ponzano, Mario Algeo Jr di Conegliano, Guido Campagnolo di Caerano, Piero Paletti di Miane, Kuigi Cabrio di Mogliano e Giovanni Borsato di Villorba.

Gradito e festeggiato l’assessore regionale Oscar De Bona che, sia pure arrivato in extremis, ha salutato e relazionato gli astanti.

Ed ecco i 15 membri neo eletti del Consiglio che, subito dopo la pausa estiva, eleggeranno ufficialmente il presidente e l’organigramma operativo: Riccardo Masini, Guerrino Maggiotto, Loretta Pizzato, Giuseppe Zanini, Elena Barbarotto, Guido Campagnolo, Dino Polles, Aldo Benato, Florio Durante, Gaetano Lanaro, Ampelio Sossai, Angelo Zanatta, Mario Algeo, Olivo Zanette e Silvio Civiero.

Condividi: