Una realtá il Centro Sociale G. Bafile di Villa Sant’Angelo

Pubblicato il 01 agosto 2012 da redazione

CARACAS – Manca ancora qualche ritocco ma finalmente, dopo un anno di intenso lavoro, il Centro Sociale e Culturale di Villa Sant’Angelo è pronto. Il piccolo Comune abruzzese lo inaugurerà questa domenica durante una cerimonia a cui assisteranno sindaci del circondario ed autorità provinciali e regionali, oltre all’editore della ‘Voce d’Italia’, Amedeo di Ludovico e all’ex Presidente del Centro Italiano-venezuelano di Caracas, Mario Chiavaroli. La speranza è che il nuovo centro aggregativo – intitolato al fondatore del nostro giornale, Gaetano Bafile, e in buona parte frutto della cordata di generosità degli italiani del Venezuela – impulsi la ricostruzione del tessuto sociale del paese, dissoltosi con il terremoto d’Abruzzo.

– Villa Sant’angelo è stato il Comune più colpito dal forte sisma del 6 aprile 2009 – racconta il Sindaco Pierluigi Biondi -. I morti sono stati 17. Ora i cittadini sono tornati ma è necessario restituire loro i luoghi dove socializzare, incontrarsi. L’aggregazione, lo stare insieme in modo costruttivo e il condividere esperienze passate e presenti, è l’elemento portante della rivincita sociale che vogliamo promuovere.

La cerimonia d’inaugurazione del Centro Sociale Polivalente avrà inizio alle ore 17 con il consueto taglio del nastro per mano del sindaco e il saluto delle autorità. Il programma prevede poi la proiezione del documentario “Tra il bosco e la luce” del regista Massimo De Matteis, giovane abitante del borgo e vittima del terremoto che con quest’opera ha voluto rendere omaggio ad una Villa Sant’Angelo in bilico tra ricordo, realtà e speranza. Non mancheranno il buffet e l’intrattenimento musicale, quest’ultimo a carico della band “Witko” e della corale “Cantabruzzo” di cui fa parte anche Raffaella, figlia di Tiero Pezzuto: l’illustre italo-venezuelano autore dell’“Inno a Caracas” al quale Villa Sant’Angelo ha dedicato un monumento proprio accanto alla nuova casa civica.

– Sarà una giornata speciale – spiega il sindaco Biondi -. Speriamo di poter ricambiare tutta l’ospitalità dimostrateci durante la nostra visita a Caracas.

La realizzazione del Centro Sociale Polivalente G. Bafile è stata possibile grazie alla volontà e al denaro della collettività italiana del Venezuela: 102.522,12 euro donati dal CIV di Caracas, dalla Fondazione Abruzzo Solidale, dal Gruppo dei 15 e dall’Associazione Abruzzesi e Molisani nel Mondo, che insieme a tanti generosi italo-venezuelani hanno aderito alla cordata di solidarietà lanciata dal nostro Giornale subito dopo la tragedia. Fondamentale lo sforzo dell’ex Ambasciatore Luigi Maccotta, che è riuscito ad ottenere da Cadivi il cambio preferenziale per i bolivares raccolti.

– Ancora una volta, sono i nostri emigranti ad aiutarci – ammette Biondi -. Sembra di essere tornati all’epoca delle rimesse, quando la nostra terra era distrutta ed erano i nostri concittadini all’estero, con il loro sudore, a darci la possibilità di vivere in modo decoroso, di ricostruire e far crescere il Paese.

Il fondo proveniente dal Venezuela – più 30 mila euro del Comune, 100 mila euro dell’impresa Edil2000 che si è incaricata dei lavori e il contributo degli abruzzesi del Canada – ha permesso la costruzione di una struttura polifunzionale di 322 mq pensata in particolare per giovani e anziani, ma dove troveranno spazio anche attività civiche e comunali. Un luogo in cui ospitare laboratori e manifestazioni culturali, con una sala multimediale insonorizzata per concerti, proiezioni cinematografiche e conferenze. Una realtà che, come spiega Biondi, “serviva anche prima del terremoto”.

– Si tratta del coronamento di sogno – commenta il primo cittadino -. Prima del 6 aprile il punto di ritrovo era la ‘Casa delle associazioni’, abbattuta d’urgenza dopo il terremoto. Si trattava di un ex asilo, quindi di una struttura totalmente inadeguata, ma almeno era qualcosa. Dopo il sisma non c’era più nulla. Gli anziani avevano perso ogni punto di riferimento, i giovani non li trovavano. Speriamo che il nuovo Centro contribuisca a ricostruire un paese a misura d’uomo.

La nuova costruzione ha una struttura modulare: c’è la zona riservata alla piccola ristorazione/bar, la zona lettura/internet caffè e la zona conferenze/videoteca. Le prime due definiscono uno spazio unico, divisibile all’occorrenza tramite pareti mobili; mentre la terza è uno spazio a sé. La sala principale ha anche una grande vetrata aperta verso l’esterno, cosicché il fabbricato avrà un collegamento diretto al giardino per organizzare eventi all’aperto durante la stagione estiva.

– Rispetto al progetto iniziale la struttura si è arricchita notevolmente – spiega Biondi -. Abbiamo migliorato la stabilità dell’immobile, curato gli esterni, provvisto l’area di aiuole, parcheggio ed illuminazione. È bellissima e avrà un gran successo, anche perché è fabbricata all’interno del Parco comunale dove organizziamo i tornei di calcetto e la nostra sagra settembrina. Mancano solo gli arredi, che donerà Ikea per promuovere il suo nuovo centro vendite, e qualche passaggio burocratico per l’attestato di agibilità.

Ma come vanno le cose nell’Abruzzo post-terremoto? Il sindaco ci spiega che il piano di ricostruzione del Comune sarà presto approvato ed avviato e che, conclusa quella leggera, la costruzione pesante ha già preso il via. C’è ancora molto da fare, ammette, ma la voglia di riuscire è tanta.

– L’importante è far sentire i giovani parte di un destino comune: il destino di Villa Sant’Angelo. Offrire loro tutto il possibile affinché non siano costretti ad emigrare come hanno fatto i loro nonni. Abbiamo bisogno di loro. Architetti, muratori, storici dell’arte, psicologi… in questo momento tutti sono necessari. E poi non avrebbe senso ricostruire un paese se le sue forze migliori se ne vanno: sarebbe un fallimento, un investimento a perdere che non ci possiamo permettere.

C’è entusiasmo nella voce del Sindaco Biondi, molta speranza. Sembra lontano nel tempo il silenzio spettrale dei Map, i moduli abitativi provvisori in cui si erano rifugiati gli abitanti di Villa Sant’Angelo dopo il terremoto. Il Comune, anche grazie al nuovo centro aggregativo, sta tornando a vivere.

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora