VENEZUELA-CALCIO: Esordio amaro per il Lara, bene Caracas ed Anzoátegui

CARACAS – La prima giornata del Torneo Apertura si può sintetizzare così: sgambetti, match al cardiopalma ed un’ottima presenza di pubblico sugli spalti. L’unica gara che non si è disputata è quella tra Mineros e Deportivo Petare (in programma oggi), rinviata a causa degli impegni neroazzurri in Copa Sudamericana.

Per parlare di questa giornata inaugurale iniziamo con gli sgambetti, quelli subiti dai campioni in carica del Deportivo Lara e del Deportivo Táchira.

Ad aprire i giochi la battuta d’arresto subita (2-1) dalla macchina perfetta dell’italo-venezuelano Eduardo Saragò. Il Deportivo Anzoátegui – unica compagine ad aver battuto il Lara nella scorsa stagione – è andato a Barquisimeto giocando un’ottima partita e riuscendo a portare a casa l’intera posta in palio. La squadra allenata da Daniel Farias per il momento ha dimostraro di aver ragione nel calciomercato: operando poco e fidandosi dei gioielli provenienti dal proprio vivaio. Dal canto suo, i padroni di casa hanno dimostrato che non sono riusciti a trovare la messa a punto per essere la corazzata vincente della passata stagione.

Il Llaneros è andato a San Cristóbal ed ha dimostrato che l’ottimo Torneo Clausura non è stato frutto della casualità, ma che la squadra non sarà facile da battere e potrà essere nuovamente la mina vagante del campionato. Il team ‘platanero’ ha superato gli avversari per 2-1, reti di: Dani Cure (59’) e Héctor González (61’). Per i padroni di casa ha accorciato le distanze Engelberth Pérez al 64’, che ha sottomesso al suo gradimento il ‘carrusel aurinegro’ lasciando attoniti i 7 mila tifosi ‘tachirenses’.

Gli ‘hinchas’ che hanno riempito le gradinate dello stadio Olimpico della Ucv hanno assistito ad una delle gare più emozionanti della giornata.

Caracas e Zamora non hanno deluso le aspettative. Il mister Noel Sanvicente (che continua ad essere un beniamino dei ‘demonios rojos’), è sceso in campo con la voglia di portare a casa i tre punti. Durante tutto il match le due squadre hanno giocato a viso aperto ed entrambe hanno avuto opportunità di andare a segno. Il gol che ha deciso il match è arrivato frutto di un errore del portiere bianconero Terán: l’estremo difensore è uscito male e non è riuscito a trattenere la palla lasciandola sui piedi di ‘Chiqui’ Meza che con facilità ha sfondato la porta avversaria. Sull’altra sponda, in piena zona Cesarini, il portiere dei ‘rojos del Ávila’ è stato l’eroe della partita mandando in calcio d’angolo una palla al veleno calciata in area di rigore da un’altro ex di turno, Dario Figueroa.

La neo promossa Atlético Venezuela è stata battuta 1-0 sul campo dello Zulia, ponendo fine ad una scia positiva di 30 gare. Il Portuguesa ha iniziato nel peggiore dei modi il suo ritorno in ‘Primera División’ essendo stato battuto 2-1 in casa dal Trujillanos. I padroni di casa sono passati in vantaggio con una rete di José Gutiérrez al 26, poi c’è stata la rimonta della compagine andina con Omar Perdomo che al 44esimo minuto ha segnato il momentaneo 1-1. Il  colpo del ko è arrivato con Edixon Cuevas al 63 min.

In uno degli anticipi, il Real Esppor ha pareggiato 1-1 in casa contro l’Estudiantes de Mérida. Nella gara disputata nel Brigido Iriarte i ‘merengues’ sono passati in vantaggio con un gol dell’uruguaiano  Javier Guarino al 70’, mentre il pareggio degli accademici è arrivato all’83’.

Hanno completato la 1ª giornata del Torneo Apertura: Monagas-Yaracuyanos 0-2 e Vigía-Aragua 1-2.

Fioravante De Simone

Condividi: