Prandelli: “Nuova Italia, nuovi attaccanti”

Pubblicato il 13 agosto 2012 da redazione

FIRENZE – L’Italia riparte con tante facce nuove ma pure con qualche certezza: “Vogliamo iniziare con una programmazione e un’idea ben precisa per i prossimi due anni – ha detto Cesare Prandelli a Coverciano, al primo raduno della stagione, per preparare l’amichevole di mercoledì a Berna con l’Inghilterra -. Dopo l’Europeo abbiamo più credibilità tra la gente, abbiamo regalato emozioni, dobbiamo continuare nella stessa direzione ed essere bravi ad alzare l’asticella”.

Come e con chi il ct lo deciderà strada facendo, intanto ha già fatto capire che molto potrebbe cambiare: tra i punti fermi dovrebbe confermarsi Mario Balotelli, costretto però al forfait per una congiuntivite che gli ha impedito anche di disputarela Supercoppainglese (al suo posto è stato chiamato il giocatore dell’Udinese Diego Fabbrini); ma potrebbe scendere dalla giostra Antonio Cassano, l’unico tra i finalisti di Euro2012 aessere escluso per scelta tecnica, considerando che alcuni azzurri sono assenti per infortunio e altri, come juventini e napoletani, perché reduci dalla Supercoppa italiana disputata a Pechino.

A Balotelli il ct ha inviato un messaggio preciso: “Speravamo di recuperarlo, ho parlato anche con Mancini, purtroppo il problema è peggiorato. Io voglio dargli un ruolo importante, ha le qualità, però dovrà assumersi questa responsabilità”. Insomma, tanto, se non tutto, dipenderà da lui. Quanto a Cassano ha precisato: “Antonio non c’é perché pensando al futuro volevo valutare giocatori con caratteristiche diverse, ma come dimostra anche la chiamata di Di Natale per gli Europei io non ho preclusioni verso nessuno”.

Tuttavia, per il progetto tecnico che dovrà condurre l’Italia al Mondiale 2014 Prandelli cercherà e proverà sempre più – le scelte fatte per l’amichevole di Ferragosto già lo dimostrano – i nuovi attaccanti “capaci di dare corsa, vivacità, profondità. Vogliamo continuare ad arrivare al risultato attraverso il gioco crescendo però in brillantezza e concretezza nel finalizzare. Per questo il reparto che osserverò con più attenzione sarà l’attacco”.

Attacco che con l’Inghilterra sarà composto interamente da giocatori nati dal ‘90’ in poi: Destro, El Shaarawy, Gabbiadini, Fabbrini. “Negli occhi dei nuovi azzurri ho visto tanto entusiasmo e tanta voglia di iniziare bene la nuova stagione, siamo tutti pronti, per questo il test di mercoledì è importante, voglio subito un impatto forte, una squadra che sappia stare al passo coi tempi”.

Si aggiungerà presto Lorenzo Insigne: “E’ molto interessante, lo stiamo seguendo, rientra tra i nuovi attaccanti”, ha ammesso Prandelli che non ha nascosto il disappunto per il trasferimento all’estero di un altro talento italiano, il centrocampista Verratti: “E’ un peccato sia andato via, avrei voluto vederlo in Italia, dovevamo essere più veloci e trattenerlo”. Proprio l’ex pescarese, “orgoglioso” se il mister lo chiamerà a sostituire Pirlo, “da sempre il mio idolo”, ha spiegato che il Psg è una scelta che può cambiargli la vita. Intanto per il centrocampo il ct ha richiamato Aquilani appena preso dalla Fiorentina: “Lo conosciamo, ha grandi doti, mi aspetto ora da lui continuità e un campionato all’altezza”. Infine, senza polemica ma deciso: “Queste numerose convocazioni tolgono sacralità alla maglia azzurra? In assenza degli stage siamo obbligati a provare e valutare giocatori attraverso le convocazioni per non farsi trovare impreparati”.

Ultima ora

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

22:03Calcio: Andreazzoli nuovo allenatore dell’Empoli

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 17 DIC - Aurelio Andreazzoli è il nuovo tecnico dell'Empoli. Dopo l'esonero quasi a sorpresa di Vincenzo Vivarini la società ha affidato la guida della prima squadra all'ex allenatore della Roma, a riposo da questa estate dopo aver lavorato come collaboratore di Luciano Spalletti. Andreazzoli sarà presentato domani e sarà coadiuvato dall'allenatore in seconda Giacomo Lazzini, ex centrocampista dell'Empoli nella stagione 1992-93. Andreazzoli ha firmato un contratto fino al 30 giugno, con opzione in caso di promozione in serie A. Andreazzoli torna a guidare una prima squadra dopo la stagione 2012-2013 quando in seguito all'esonero di Zeman, gli venne affidata la panchina della Roma, con cui perse la finale-derby di Coppa Italia contro la Lazio e dove rimase fino al termine della stagione per poi tornare al ruolo di collaboratore, prima con Rudi Garcia poi, di nuovo, con Luciano Spalletti. Dalla scorsa estate aveva deciso di rimanere a riposo. Ora la chiamata del presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi.

21:33Reagisce a rapinatore, ferito gestore pizzeria in Molise

(ANSA) - CAMPOMARINO (CAMPOBASSO), 17 DIC - Reagisce al rapinatore che, con volto coperto, entra in pizzeria e gli punta una pistola scacciacani, chiedendogli l'incasso. Tra i due inizia una colluttazione e il gestore del locale resta ferito al volto dopo il colpo con il calcio dell'arma scagliatogli contro dal malvivente. Nella concitazione del momento, il ladro esplode anche due colpi. Poi la fuga con 500 euro. "Abbiamo ancora la paura addosso - dice la moglie del titolare - non riusciamo a capacitarci dell'accaduto". Sull'episodio sono in corso indagini a 360 gradi dei Carabinieri, intervenuti intorno alle 23 di sabato sera, nel locale di Corso Marconi, nel centro di Campomarino (Campobasso). In base alle testimonianze, il malvivente è alto 1.80, sarebbe italiano e di corporatura robusta. "Il rapinatore mi ha ferito al capo con il calcio della pistola - spiega il titolare della pizzeria contattato telefonicamente - durante il corpo a corpo ha esploso dei colpi dalla scacciacani dentro il locale".Nella fuga - a quanto appreso - sembra che il rapinatore abbia perso un caricatore o un pezzo dell'arma, trovato dai Carabinieri e al vaglio degli inquirenti. Non sono state trovate, invece, telecamere funzionanti nei dintorni del locale. Accertamenti a tappeto da parte dei militari. Per tutto il giorno sono stati ascoltati in caserma i testimoni dell'accaduto compreso il gestore dell'attività che ha ripercorso in dettaglio l'accaduto. (ANSA).

21:32Austria: Gozi, mantenga impegni su quote rifugiati assegnate

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Per noi è fondamentale che l'Europa si attrezzi con politiche per governare immigrazione e asilo. Il minimo sindacale dell'Italia è che ogni Paese rispetti le quote di rifugiati loro assegnati. Ribadiremo questa posizione anche al nuovo governo austriaco". Così il sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, su Twitter.

Archivio Ultima ora