L’Atletico Venezuela schiera tre italo-venezuelani

CARACAS – E’ stata presentata a Caracas la squadra dell’Atlético Venezuela, compagine che fa il suo ritorno in Primera División e che ha come meta mantenersi nella Serie A. Nella rosa del team, che gioca le sue gare interne nello stadio Brigido Iriarte, spiccano i nomi di tre italo-venezuelani: Rafael Mea Vitali, Gianfranco Di Giulio e Yaquino Celli.
Nell’incontro con la stampa il mister José Hernández ha parlato un po’ della stagione appena iniziata:
– Domenica tutti si aspettavano un risultato positivo, però abbiamo già visto com’è complicata la primera división.
Ricordiamo che l’Atlético Venezuela domenica è stato battuto per 1-0 dallo Zulia in trasferta, i capitolini venivano da una scia positiva di 30 gare senza subire ko.

– Per affrontare questa nuova stagione ci siamo rinforzati con giocatori di esperienza che ci aiuteranno a raggiungere le mete stabilite – ha spiegato il mister Hernández -, stiamo svolgendo un ottimo lavoro con la primavera, in questo modo avremo i futuri rinforzi della squadra già in casa.

Una delle stelle di questa squadra è il difensore italo-venezuelano Rafael Mea Vitali, fratello di Miguel, il centrocampista del Deportivo Lara.

– Non ho dubitato un secondo quando il mister mi ha telefonato ed ho ricevuto la proposta di lavoro – racconta l’altleta -. E’ un grande progetto quello che ha l’Atletico Venezuela. Molti club dovrebbero prendere esempio da loro.

Oltre al difensore, indossano la casacca azzurra due campioni di origini italiane: i centrocampisti Gianfranco Di Giulio e Yaquino Celli. – Sono contento di questa nuova esperienza con l’Atletico Venezuela. L’ambiente è ottimo e cercheremo di dimostrarlo gara dopo gara. Sabato giochiamo in casa e vogliamo a tutti i costi guadagnare i tre punti – spiega Di Giulio.

L’ex Deportivo Petare, le cui origini sono abbruzesi, ha nel suo curriculum un’ampia esperienza che sicuramente aiuterà la compagine capitolina a raggiungere grandi obiettivi in questo Torneo Apertura.