35 anni senza Elvis

ROMA  – Elvis Presley, mito immortale. Lo dimostrano le migliaia di fan che hanno preso d’assalto la sua dimora di Memphis in Tennessee per celebrare i 35 anni dalla morte. Era il 16 agosto 1977 quando The King scomparve, colpito da un attacco cardiaco nel bagno di casa. Una fine ancora coperta da mistero, che ha spinto negli anni giornalisti e appassionati a ritenere che nella bara non ci fosse davvero The Pelvis e che il decesso fosse in realtà una messinscena dettata dalla volontà della star di chiudere i rapporti con il mondo esterno. Mistero che non ha fatto che accrescere la passione per il divo del rock e moltiplicare gli avvistamenti di Elvis vivo, diventati un vero fenomeno.

Così come sono un fenomeno le gare di sosia ed i concerti in suo onore, tra gli eventi in programma non solo a Memphis per questo anniversario. E c’erano sosia anche tra la folla che ha fatto la fila per tutta la notte per visitare Graceland, la dimora-museo che ospita anche la tomba di Elvis. Ogni anno, il 16 agosto, Memphis ospita una fiaccolata sull’immenso Viale Elvis Presley, ma questa volta le cose sono state fatte in grande ed erano presenti anche la ex moglie, Priscilla, e la figlia Lisa Marie Presley.

– Normalmente evito di venire qui in questa data perchè penso che sarebbe un’emozione troppo forte, ma questa volta ho ritenuto troppo importante essere con voi – ha detto davanti ai fan Lisa Marie, 44 anni, cantante e compositrice che quest’anno ha pubblicato il suo terzo album ‘Storm and Grace’

– Sono sicura che Elvis non avrebbe mai potuto immaginare una cosa come quella di oggi – ha aggiunto Priscilla. L’attrice, 67 anni, divorziò da Elvis nel 1973 dopo sei anni di matrimonio, ma restò legata all’ex marito fino alla morte, occupandosi poi di far diventare Graceland l’attrazione che è attualmente. Ogni anno, in occasione dell’anniversario della morte, va in scena la Settimana Elvis, con concerti ed eventi in una tenda di 1.200 posti che viene posizionata davanti alla dimora.

Condividi: