I ‘Falchi’ tedeschi all’attacco ma Merkel difende Draghi e la Bce

Pubblicato il 16 agosto 2012 da redazione

BERLINO – Le voci più radicali del dissenso tedesco alle politiche europee della cancelliera attaccano Draghi. L’obiettivo, però, è sempre Angela Merkel. I cosiddetti ‘falchi’ hanno sparato a zero contro la Bce, ridotta ormai ad una ‘’bad bank’’, invocando un diritto di veto per la Germania a Francoforte. La cancelliera ha replicato da Ottawa: la Bce è ‘’completamente in linea’’ con il governo tedesco. Acqua sul fuoco, dalla visita ufficiale in Canada, che dimostra come non venga sottovaluto il potere esplosivo di dichiarazioni che provengono da frange estremiste della sua stessa coalizione in piena crisi dell’eurozona.
Monta intanto la tensione in Europa, con la minaccia dei socialisti olandesi che, in testa nei sondaggi, annunciano, in caso di vittoria alle elezioni del 12 settembre, l’intenzione di sottoporre il fiscal compact a un referendum. E la richiesta del ministro degli Affari Esteri austriaco di prevedere un meccanismo di uscita dall’euro, che fino ad oggi non sussiste nei trattati, per i Paesi che non rispettano gli impegni.

– Abbiamo bisogno di trovare un mezzo che ci consenta di espellere qualcuno dalla zona euro – ha detto Spindelegger in un’intervista al quotidiano Kurier.

Tale meccanismo, ha spiegato, rafforzerebbe la fiducia dei mercati nella zona euro ed è già sostenuto da Germania, Lussemburgo, Olanda e Finlandia. L’agenda dei leader europei per le prossime settimane è gia fittissima, con ben tre bilaterali a strettissimo giro nella capitale tedesca: Francoise Hollande è atteso giovedì 23, il premier greco Antonis Samaras il 24 – il giorno dopo sarà a Parigi – e l’arrivo di Mario Monti è in calendario il 29 agosto. La Merkel, dal canto suo, andà’ il 6 settembre a Madrid.

Non poteva essere più caldo insomma il rientro dalle ferie per la Bundeskanzlerin, che ha trovato l’assedio dei più intransigenti, in un clima ormai sempre più platealmente elettorale. Clima che vede crescere evidentemente aspettative delle diverse anime dei partiti, fuori e dentro l’esecutivo. Già l’altro ieri si era sollevata la voce del settantaduenne Josef Shlarmann contro la ‘zarina’ della Cdu, che avrebbe ridotto il partito a un ‘sistema’, dove fa carriera solo chi è d’accordo con lei. A difenderla dai colpi di coda di uno dei suoi vecchi oppositori è il presidente dell’Assia Volker Bouffier.

– Quello di cui non abbiamo affatto bisogno – ha detto – è il risveglio dei conservatori, bollati peraltro come ‘’nani’’ dalla Bild.

Ad attaccare Draghi, aspramente, dall’Handelsblatt on line, sono stati invece Klaus-Peter Willsch, della Cdu, e l’euroribelle liberale Frank Schaeffler.

– Serve una nuova regolamentazione del peso dei voti nelle sedi decisionali Bce in proporzione alle responsabilità – ha detto l’esponente Cdu, secondo il quale la Bce con Draghi si sarebbe allontanata dal suo mandato, per trasformarsi ‘’in un finanziatore di Stati e in una bad bank’’. E la Germania, ‘’come creditore principale, dovrebbe ottenere in tutte le questioni diritto di veto’’, è il corollario.

La durezza dei toni è tale da far impallidire l’attacco di un dissidente, energico e ormai noto alle cronache europee.
– Che il voto di Cipro e Malta conti quanto quello tedesco è un errore di costruzione – ha commentato Schaeffler.
Nei fatti, a partire dal 2010, vi è stata una ‘’riforma silenziosa’’: ‘’Le regole sussistono formalmente ma sono state stravolte a tal punto nella prassi da essere irriconoscibili’’. Ha rincarato la dose anche il delegato al Bilancio Spd, Carsten Schneider, che pure chiede alla Bce di tornare al cuore del suo mandato. Già ieri aveva criticato le politiche di salvataggio, carissime per la Germania, che rischia di dover contribuire con esborsi ‘’fino a 1000 miliardi di euro’’. Nel conto non ci sono solo i pacchetti per Atene e fondi salvatati, ma anche le transazioni attraverso la Bce.

‘’Finanziare il deficit attraverso la Bce è la strada peggiore. La Merkel la percorre per evitare di dover chiedere al Parlamento nuovi voti su misure ulteriori di condivisione del debito’’. Ecco chiarita l’idea di fondo che sta deviando anche il ‘fuoco amico’ della Merkel sull’Eurotower.

Ultima ora

12:42Natale: Meloni,italiani facciamo insieme rivoluzione presepe

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Ho deciso di fare il Presepe quando non lo fa più nessuno, quando nelle scuole dicono che non si può fare perché offende chi crede in un'altra cultura. Continuo a chiedermi come possa un bambino che nasce in una mangiatoia o una famiglia che scappa per difenderlo, offendere qualcuno. Come possa offendere qualcuno la mia cultura. Proprio non me ne faccio una ragione: che si creda in Dio oppure no, in questo simbolo sono raccolti i valori che hanno fondato la mia civiltà. Quello che io sono è in questo simbolo: io credo nel rispetto, nella laicità dello Stato, nella sacralità della vita, nella solidarietà perché me lo ha insegnato questo simbolo". Lo dice il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni nel video "2 minuti con Giorgia", su Facebook.

12:41Salvini, nessun tavolo con chi protegge stupratori

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Stiamo ricevendo centinaia di telefonate, messaggi, mail di donne e uomini arrabbiati e delusi per l'incredibile scelta di Fi di proteggere stupratori e assassini. Per quanto ci riguarda, sospendiamo le nostre previste partecipazioni a tavoli e incontri con Fi e Berlusconi finché non ci sarà un chiarimento ufficiale". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo il voto contrario di Fi in comm. giustizia al Senato all'iter veloce per la legge Molteni che nega sconti di pena per reati gravissimi.

12:40Basket: Nba, Gallinari assente ma Clippers a segno

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sia pur senza Danilo Gallinari, fermato da un problema ad un'anca, i Los Angeles Clippers passano 105-96 in casa degli Orlando Magic totalizzando la loro undicesima vittoria su 26 partite disputate nella regular season del campionato di basket Nba. Miglior realizzatore dell'incontro con 31 punti Lou Williams, guardia dei Clippers. Grazie al successo interno per 108-96 sui Charlotte Hornets(31 punti di Chris Paul) gli Houston Rockets consolidano il comando nella Western Conference, così come i Boston Celtics (124-118 ai Denver Nuggets con 33 punti di Kylie Irving) mantengono la testa della Eastern Conference. Gli Oklahoma City Thunder passano 100-95 in casa degli Indiana Pacers, i Washington Wizards superano 93-87 i Memphis Grizzlies, i Portland Trail Blazers si impongono 102-95 in trasferta sui Miami Heat. Successo esterno anche per i Toronto Raptors (115-109 sui Phoenix Suns) mentre Chicago Bulls e New Orleans Pelicans hanno la meglio rispettivamente su Utah Jazz (103-100) e Milwaukee Bucks (115-108).

12:37Comune trapanese cura gatto malato di Aids, ed è polemica

(ANSA) - PALERMO, 14 DIC - E' polemica a Campobello di Mazara (Tp) per la spesa che il comune ha sostenuto per curare un gatto randagio affetto dall'Aids felino. Costo per l'assistenza 2.120 euro. Il 30 dicembre 2016 l'animale malato fu segnalato alla polizia municipale da un cittadino. Gli agenti lo fecero visitare a un veterinario. Poi il trasporto alla clinica San Vito di Mazara del Vallo. Da lì è iniziato l'iter d'assistenza per capire la patologia: le analisi del sangue, quelli specifici contro i virus e la diagnosi. Per il gatto, riporta il Giornale di Sicilia, è iniziata la cura farmacologia. "Nel centro il felino è rimasto dal 30 dicembre 2016 al 28 febbraio scorso - spiega Giuliano Panierino, comandante della polizia municipale - poi, è rimasto ancora lì sino al 7 aprile prima che un' associazione, lo adottasse". La determina di spesa ha scatenato le critiche del gruppo Io amo Campobello. "L' urgenza dell'intervento non ci ha consentito di coinvolgere l'Asp", replica Panierino. (ANSA).

12:21Moschea Firenze nascerà su terreno venduto dalla Diocesi

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - Una nuova moschea nascerà su un terreno nel comune di Sesto Fiorentino (Firenze), attualmente di proprietà della curia di Firenze. La notizia, anticipata oggi dal quotidiano La Nazione, è confermata da una nota congiunta di Comune di Sesto, Arcidiocesi di Firenze, Università di Firenze e Associazione per la Moschea di Firenze. L'operazione potrebbe dunque rappresentare una soluzione all'annosa questione della ricerca di un terreno su cui far sorgere il luogo di culto islamico, risoltasi per ora negativamente quanto a disponibilità di siti nel territorio comunale di Firenze. Un protocollo d'intesa che sarà firmato venerdì prevede che l'Arcidiocesi, ceda a titolo oneroso la proprietà dell'area alla Comunità musulmana della provincia di Firenze affinché possa realizzarvi una moschea e un centro culturale islamico. Contestualmente l'Arcidiocesi otterrà, a titolo oneroso, un altro terreno di proprietà dell'Università nell'area del Polo scientifico di Sesto sul quale realizzare un centro religioso.

12:17Somalia: bilancio attentato sale a 17 morti

(ANSA) - MOGADISCIO, 14 DIC - E' salito a 17 morti e oltre 20 feriti il bilancio di un attentato suicida rivendicato dagli Shabaab a Mogadiscio, in Somalia.

12:04Migranti: Ungheria, bene Tusk su quote obbligatorie

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - "Tusk ha detto la verità sulle quote obbligatorie" per le relocation dei richiedenti asilo. Lo ha detto il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto all'agenzia di stampa magiara Mti. "Finalmente un leader europeo serio, il presidente del Consiglio europeo, che è la posizione numero uno dell'Ue - afferma Szijjarto - ha detto una verità già ampiamente conosciuta. Le quote obbligatorie sono inefficaci e divisive. La migrazione illegale deve essere fermata. Alcuni burocrati di Bruxelles continuano ad organizzarla".

Archivio Ultima ora