Tormenta Isaac, è allarme rosso

CARACAS – Il presidente Hugo Chávez ha attivato lo Stato Magiore per rispondere alle necessità della popolazione dopo il maltempo generato dalla tormenta tropicale Isaac lungo la costa settentrionale del Paese. Ad annunciarlo è il vicepresidente dell’Esecutivo, Elías Jaua, il quale in conferenza stampa ha sottolineato che sono stati mobilitati anche la Protezione civile, la Commissione Nazionale dei Rifugi, il sistema di distribuzione di alimenti e quello salla salute.

Le forti piogge hanno interessato soprattutto gli stati Carabobo, Yaracuy, Falcón, Cojedes, Portuguesa, Barinas, Táchira, Mérida, Apure, Monagas, Sucre e Anzoátegui. I danni più gravi sono stati registrati a Cumanacoa, stato Sucre, dove il fiume Manzanares è straripato lasciando senza casa circa 400 famiglie e causando la morte di una donna.

Tra questa località e Cumaná è stato stabilito un ponte aereo per garantire i servizi basici alla popolazione mentre si concludono i lavori di drenaggio e pulizia della zona.

A Caracas si è alzato il livello delle acque di tre ruscelli (due ad Antimano e uno a Coche) e dei fiumi Guaire, San Pedro e El Valle. Le autorità sono alla ricerca di due persone disperse dopo che i veicoli su cui viaggiavano sono stati portati via dall’acqua.

 

 

Condividi: