Barcone si ribalta a 3 km dalla Libia: 3 morti e 31 dispersi

Pubblicato il 27 agosto 2012 da redazione

TRIPOLI – Un peschereccio egiziano con a bordo 39 migranti si è ribaltato ad appena tre chilometri dalle coste libiche e sono in corso le operazioni di ricerca dei 31 dispersi. Lo riferisce l’agenzia di stampa ufficiale libica Lana.

Secondo il sito web del quotidiano egiziano ‘Al-Ahram’, l’imbarcazione era diretta verso la Libia. Al momento sembra che solo cinque persone siano riuscite a mettersi in salvo, tra cui chi avrebbe lanciato l’allarme per il barcone carico di migranti. Si tratta di un giovane egiziano, il 23enne Mohammed Abdul Qadir, che dopo l’incidente è riuscito a nuotare fino alla città costiera libica di Bardiya, vicino al confine con l’Egitto.

Il ragazzo ha denunciato come sul barcone ci fossero ben 25 persone in più rispetto alla capacità di trasporto del peschereccio. Dal Cairo il ministero degli Esteri ha fatto sapere di aver attivato il consolato a Bengasi.

La Guardia costiera egiziana ha avviato le ricerche nella zona di Burdi e ha recuperato tre cadaveri e cinque superstiti, hanno riferito fonti governative dal Cairo.

Non è chiaro, al momento, chi siano le vittime del naufragio. Ma è molto probabile che si tratti di richiedenti asilo che cercavano di raggiungere l’Europa.

Cifre e precedente
Nell’aprile 2011, più di 200 migranti, tra cui 40 donne e molti minori, morirono nell’affondamento nel Canale di Sicilia di un barcone di migranti in fuga dalla Libia.
Stando a Human Rights Watch almeno 1.500 migranti sono morti lo scorso anno mentre tentavano di attraversare il Mediterraneo.

Intercettato nel Salento barcone
con 100 immigrati
L’emergenza sbarchi non si attenua. Dopo gli ottanta migranti che negli ultimi giorni, in tre diversi viaggi, hanno raggiunto le coste del Salento, un altro centinaio di clandestini è arrivato al porto di Leuca.

A segnalare la presenza dell’imbarcazione a 20 miglia dalla Puglia è stata la capitaneria di porto di Taranto. Una vedetta della guardia costiera di Leuca e una seconda partita da Gallipoli, insieme a un pattugliamento della guardia di finanza di Otranto, hanno raggiunto lo scafo in acciaio, lungo 25 metri. Presenti a bordo molti adolescenti. Il natante è stato scortato dalle unità navali verso il porto di Leuca, dove è stata attiva la macchina dei soccorsi, per accogliere i clandestini, prima di essere trasferiti al cento di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto. Tutti i migranti sarebbero in buone condizioni. Gli immigrati erano a bordo di una imbarcazione bianca di metallo, lunga 25 metri, intercettata verso la mezzanotte del 26 agosto a 23 miglia circa a sud-est del Capo di Leuca.

La Guardia costiera di Gallipoli ha dirottato nella notte in zona, a scopo precauzionale, anche una nave portacontainer di passaggio.

Ultima ora

23:57Iran: Djalali confessa in tv, sono una spia

(ANSA) - TEHERAN, 17 DIC - Ahmadreza Djalali, il medico arrestato in Iran nel 2016 con l'accusa di spionaggio e condannato a morte a ottobre, ha "confessato" in tv di aver spiato il programma nucleare di Teheran per conto di una nazione europea, senza nominare quale. Il presentatore tv, tuttavia, ha citato il Mossad, mentre scorrevano le immagini dei documenti svedesi dell'uomo e del Colosseo: Djalali, medico, ha infatti trascorso un periodo in Italia. In cambio della sua attività di spia, ha spiegato lui stesso, avrebbe ottenuto la cittadinanza di un Paese europeo.

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

Archivio Ultima ora