Gobierno Nacional crea fondo para atender contingencia en Amuay

Pubblicato il 27 agosto 2012 da redazione

CARACAS – El presidente de Venezuela, Hugo Chávez,anunció este lunes la creación de un fondo especial para atender a las víctimas del incendio en la refinería de Amuay, una de las tres refinerías que integran el Centro Refinador de Paraguaná, en el estado Falcón, que dejó un saldo de 41 personas fallecidas y más de 80 heridos.

“He decido crear un fondo especial de 100 millones de bolívares para todas estas labores de recuperación y sustitución de viviendas y el resarcimiento de las víctimas”, informó el mandatario venezolano desde las afueras del Hospital Rafael Calles Sierra de Falcón donde visitó a los heridos.

Dejó claro que su intención es “que las viudas reciban una pensión de por vida y sus hijos unas becas para estudiar”.

El fondo va a ser administrado por Petróleos de Venezuela (Pdvsa) conjuntamente con la gobernación del estado Falcón.

Para las personas que perdieron sus casas en el siniestro, Chávez informó que hay 60 viviendas listas para que pueden mudarse esta misma semana, 60 más que estarán listas al final de la semana y 137 que entregarán a lo largo de septiembre.
Según informó el mandatario este mismo lunes, “los primeros informes de los daños, son cerca de 500 viviendas afectadas, casi el 10 son perdida total, al igual que algunos comercios”.

“Estoy al frente de todas estas tareas para dar la cara y responderle al país”, indicó. Y agregó que un grupo de 20 psicólogos y psiquiatras están atendiendo a familiares de los afectados.

El presidente indicó que los bomberos continúan batallando contra el fuego, sin embargo destacó que “no hay riesgo de que haya un evento de nuevo”.

Agradeció el apoyo que le han brindado los presidentes de otras naciones.

“Agradecemos todas las llamadas y los mensajes de solidaridad de los distintos Gobiernos (…) igualmente tenemos todos los recursos para afrontar un problema como este”.

El ministro de Petróleo y Minería, Rafael Ramírez, informó que Pdvsa activó un comité de investigación para determinar el origen de la fuga de gas que produjo la explosión y posterior incendio en la refinería. Además de funcionarios de Pdvsa, cuerpos de seguridad y todo el Estado realizan las labores necesarias para esclarecer la situación.

Ramírez explicó que la fuga fue de olefinas, un gas que se usa en el proceso de producción de gasolina. Añadió que el incendio se produjo en dos tanques del bloque 23 en la zona de almacenaje y aclaró que el fuego no reviste riesgo para el resto del complejo.

Tomò fuego un tercer tanque
CARACAS – Un tercer tanque de la refinería Amuay ardió ayer mientras los bomberos trataban de extinguir las llamas en otros dos depósitos, informó el gobierno, que reiteró empero que se está controlando la situación.

“Tenemos que anunciar que un tercer tanque, el tanque 204, que ha estado permanentemente con focos de fuego en el techo, (…) es un tanque de nafta catalítica (…) y está incendiándose en este momento”, dijo a periodistas el ministro de Energía y Petróleo, Rafael Ramírez.

Sin embargo, el ministro señaló que el gobierno mantiene “el concepto de ir controlando y confinando el evento”.

Los depósitos bajo fuego están contenidos por unos diques, y los bomberos los rociaban con espuma para enfriarlos, mientras debían batallar además con las cambiantes direcciones del viento en esa región de la costa venezolana, explicó Ramírez, también presidente de PDVSA.

 

Ultima ora

20:38Migranti: Avramopoulos a Amnesty, non siamo complici

(ANSA) - STRASBURGO, 12 DIC - La maggior parte delle raccomandazioni di Amnesty International "fa già parte delle nostre azioni": è quanto afferma, interpellato dall'ANSA, il commissario europeo alle migrazioni Dimitris Avramopoulos. "Siamo consapevoli delle condizioni disumane e terribili che alcuni affrontano - sostiene - ma non siamo complici". "La situazione in Libia - ha aggiunto Avramopoulos - non è cattiva a causa dell'Unione europea, anzi è leggermente migliore grazie all'Unione europea. E abbiamo ancora molto lavoro da fare per renderlo ancora migliore. L'Unione europea, le sue istituzioni e i suoi Stati membri stanno lavorando per salvare vite umane: puro e semplice. Lo facciamo impedendo alle persone di annegare nel Mediterraneo, evacuandole dalle condizioni disastrose in Libia e offrendo loro percorsi sicuri e legali per venire in Europa".

20:35New York: Trump, stop alla lotteria dei visti

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - All'indomani dell'attacco terroristico a Ny, Donald Trump torna a chiedere una riforma delle leggi sull'immigrazione, abolendo sia il sistema della lotteria dei visti sia quello della catena migratoria fondata sui legami di parentela, con i quali sono arrivati in Usa gli autori degli ultimi due attacchi.

20:19Da Parigi 12 progetti per il clima

(ANSA) - PARIGI, 12 DIC - L'ufficio del presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato 12 progetti da centinaia di milioni di dollari per combattere il cambiamento climatico, che sono stati presentati al vertice sul clima "One Planet Summit" a Parigi. Tra questi, un programma per lo sviluppo di auto elettriche in otto stati americani, un fondo di investimento per i paesi caraibici colpiti dagli uragani e finanziamenti per fondazione di Bill Gates che sostiene gli agricoltori.

20:10Honduras: Hrw, forti indizi di frode alle presidenziali

(ANSA) - TEGUCIGALPA, 12 DIC - Esistono "forti indizi di frode" nelle elezioni presidenziali in Honduras dello scorso 26 novembre. "Vanno accertati per rispettare la volontà degli elettori": a dirlo è stato José Miguel Vivanco, responsabile per l'America Latina di Human Rights Watch (Hrw). In un comunicato, Hrw sottolinea che "diversi osservatori internazionali hanno informato di irregolarità nel processo elettorale, che hanno sollevato seri dubbi sulla legittimità delle elezioni". "Dopo che sono emersi questi dati sulla manipolazione dei risultati elettorali, sono iniziate le proteste, e le autorità hanno decretato lo stato di emergenza", prosegue la nota. Il Tribunale Supremo Elettorale (Tse) dell'Honduras non ha ancora proclamato il nuovo presidente del paese centroamericano, ma gli ultimi dati diffusi danno per vincitore il presidente uscente, Juan Orlando Hernandez, mentre lo sfidante dell'opposizione, Salvador Nasralla, ha detto di non riconoscere lo scrutinio ufficiale e di considerarsi eletto.

20:01Il Crocifisso affisso in Consiglio comunale a Genova

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - Per la prima volta il crocifisso è entrato ufficialmente nell'aula del Consiglio comunale di Genova a fianco del gonfalone del Comune, delle bandiere dell'Unione Europea, dell'Italia, della città di Genova e dell'Associazione nazionale Comuni italiani. E' stato affisso alle spalle dei banchi della Giunta nella prima seduta utile convocata oggi pomeriggio a Palazzo Tursi dopo che l'assemblea martedì scorso ha approvato una mozione presentata da Lega Nord, prima firmataria, FdI, Vince Genova e Direzione Italia, per l'introduzione del crocifisso nella sala consiliare.

19:58Si apre voragine durante lavori in casa, cadono due operai

(ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Stavano effettuando dei lavori di manutenzione nel piano interrato di una casa quando si è aperta una voragine, di circa 6-7 metri, e due operai sono precipitati dentro. E' accaduto poco a fa a Napoli, in via Villari. Secondo i Vigili del Fuoco i due operai parlano e le loro condizioni non sembrerebbero gravi. In atto le operazioni di recupero; la voragine si è creata sotto uno sgabuzzino. Sul posto anche la Polizia municipale di Napoli.

19:56Calcio: Mondiale club, Zidane “non sarà facile ripetersi”

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - "Questo Mondiale per club non è paragonabile all'anno scorso: c'è minore differenza di fuso orario. E poi, ci siamo allenati solo per due giorni, ma siamo ugualmente concentrati sulla partita di domani. Abbiamo studiato gli avversari, ma la cosa più importante è l'atteggiamento in campo". Così Zinedine Zidane, alla vigilia della semifinale del Mondiale per club che domani opporrà il 'suo' Real Madrid ai padroni di casa dell'Al-Jazira Abu Dhabi. Zidane ha dei dubbi di formazione, perché Bale e Varane non sono al top, Kroos e Modric influenzati. Nel Mondiale per club è previsto l'uso della Var che, per Zidane, "non cambierà nulla", nell'attesa che sbarchi nella Liga. "E' normale - dice il francese - che la tecnologia entri a far parte del calcio, è fatta per migliorare le cose". Il Real si presenta da campione del mondo in carica e, anche quest'anno, farà "il massimo per vincere, anche se non sarà facile", fa notare Zidane. "Intanto, però, si deve conquistare la finale", le parole del tecnico.

Archivio Ultima ora