Integrazione latino-americani in Italia: seminario a Roma di Oim, Cespi ed Iila

Pubblicato il 02 ottobre 2012 da redazione

ROMA – “Percorsi di integrazione della comunità latino americana in Italia. Elementi per un nuovo dialogo italo-latino americano”: è il tema del seminario voluto dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), il Centro Studi di Politica Internazionale (CESPI) e l’Istituto Italo-Latino Americano (IILA), il 9 ottobre a Roma, presso la Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi.
Il seminario, organizzato con il supporto del Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, intende essere un’occasione per parlare dell’integrazione culturale, sociale, politica ed economico-finanziaria delle comunità latinoamericane in Italia.
Oltre a rappresentanti dell’OIM, del CESPI e dell’IILA, parteciperanno, tra gli altri: il ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, Andrea Riccardi; il Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri con delega per i rapporti con l’America Latina, Marta Dassù; il Capo di Gabinetto del Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, Prefetto Mario Morcone, rappresentanti dei governi di Ecuador, Perù e Colombia, rappresentanti di Istituzioni italiane e membri di numerose diaspore sudamericane.
Apriranno i lavori: José Angel Oropeza, Direttore Ufficio di Coordinamento OIM per il Mediterraneo, Capo Missione in Italia e a Malta, Rappresentante presso la Santa Sede; Amb. Giorgio Malfatti di Monte Tretto, Segretario Generale dell’IILA; José Luis Rhi-Sausi, Direttore del CeSPI; Andrea Riccardi, Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione
La I Sessione tratterà il tema “Integrazione economica e finanziaria dei migranti latinoamericani in Italia” e sarà moderata da Daniele Frigeri, Coordinatore Area Cittadinanza Economica dei Migranti del CeSPI. Intervengono: Valeria Benvenuti, Fondazione Leone Moressa; Reyna Victoria Terrones Castro, Vice Presidente di Confcooperative di Roma; José Gonzáles Cruz, Guia Latina Business; Enrico Cecchetti, Commissione Cooperazione Internazionale ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio italiane); Camilo Vallejo, Programma “Colombia Nos Une”, Ministero degli Affari Esteri della Colombia; Natale Forlani, Direttore Generale Immigrazione, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
La II Sessione si soffermerà sul tema dell’”Integrazione sociale e culturale della comunità latinoamericana in Italia”, e sarà moderata dall’Amb. Giorgio Malfatti di Monte Tretto, Segretario Generale dell’IILA. Intervengono: Franca De Gasperi, Festival Latinoamericando Expo di Milano; Renata Paola Dameri, Assessore alle Politiche Socio Sanitarie e della Casa, Comune di Genova; Rosa Ruiz, Associazione Casa dei Boliviani di Bergamo; Mons. Giancarlo Perego, Direttore Generale Fondazione Migrantes, Rappresentante del Governo del Perù.
Seguirà l’intervento speciale del Sottosegretario Marta Dassù. La III Sessione, su “Scenari di integrazione: ricongiungimenti familiari, seconde generazioni, migrazioni di ritorno e reintegrazione socio-economica nei paesi di origine”, sarà moderata da Barbara Fridel, Project Development & Liaison Officer, OIM Italia, ed intervengono: Madisson Bladimir Godoy Sanchez, Consigliere Aggiunto del Comune di Roma; Veronica Riniolo, Ricercatrice, Fondazione ISMU; Cristiano Colombi, Presidente dell’Associazione S.A.L. (Solidarietà con l’America Latina); Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, Comune di Milano; Giulia Falzoi, OIM Italia e Rosario Rostaing, OIM Perù, Rappresentante Governo dell’Ecuador; Prefetto Angela Pria, Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, Ministero dell’Interno.
Il Panel conclusivo sarà presieduto dal Prefetto Mario Morcone, Capo di Gabinetto del Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione. Partecipano: On. Livia Turco, Commissione Affari Sociali, Camera dei Deputati; Amb. Alfredo Trinidad, Ambasciatore del Guatemala in Italia e Presidente dell’IILA.

Ultima ora

01:11Calcio: Foggia-Venezia 2-2

(ANSA) - FOGGIA, 15 DIC - Il Foggia riesce ad acciuffare negli ultimi secondi del recupero il pareggio (2-2) insperato contro un Venezia ben organizzato che aveva mostrato per quasi tutta la partita di poter sovrastare e controllare facilmente gli avversari rossoneri. Una partita che poteva finire tranquillamente con tre o quattro gol di vantaggio per gli uomini di Pippo Inzaghi, ma che e' stata recuperata con la forza della disperazione da un Foggia molto confusionario ma comunque volitivo.

00:34India: Sonia Gandhi lascia presidenza partito Congresso

(ANSA) - NEW DELHI, 15 DIC - Con una cerimonia solenne nella sede del comitato centrale a New Delhi, l'italo-indiana Sonia Gandhi lascerà la presidenza del partito del Congresso trasmettendola al figlio Rahul, designato all'unanimità quale successore. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. Da tempo la Gandhi aveva avvertito che al compimento del 70/o compleanno avrebbe lasciato le sue responsabilità ai vertici del Congresso ed oggi il portavoce della storica formazione politica, Randeep Surjewala, ha sottolineato che "questo non significa affatto che lei abbandonerà la vita politica attiva". In un tweet Surjewala ha spiegato che "Sonia Gandhi ha abbandonato (dopo 19 anni) la presidenza del partito ma non la politica. La sua benedizione, saggezza e innato impegno nei confronti dell'ideologia del Congresso formeranno sempre la luce che ci orienterà".

00:07L’Spd apre a grande coalizione,sì a colloqui con Merkel

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - I socialdemocratici tedeschi hanno preso la loro decisione: affronteranno i colloqui per una possibile coalizione di governo con Angela Merkel all'inizio di gennaio, e nel giro di due settimane presenteranno i risultati a un congresso straordinario di partito, fissato il 14, per stabilire se sedersi al tavolo dei veri e propri negoziati per una nuova edizione della Grosse Koalition. "Colloqui dall'esito comunque aperto", ha ribadito il leader fresco di conferma, senza rinunciare all'ipotesi di nuove forme di collaborazione. La cancelliera ha apprezzato pubblicamente gli sforzi compiuti da un partito costretto ad una evidente, complicata retromarcia, e ha espresso "grande rispetto" per il percorso decisionale degli alleati-avversari, sottolineando poi però che all'Europa serve una Germania stabile. "Ce lo chiedono tutti", è il monito arrivato dopo il vertice di Bruxelles, a Norimberga, dove era ospite dei cristiano-sociali.

23:58Austria: chiuse trattative. Kurz, c’è accordo governo

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - In Austria, le trattative fra l'Oevp del conservatore Sebastian Kurz e il Fpoe del populista di destra Heinz Christian Strache sono concluse, e i due partiti sono pronti a governare. "C'è un accordo turchese-blu", ha affermato Kurz. "Alle elezioni del 15 ottobre si è deciso per il cambiamento, e insieme vogliamo mettere al sicuro questo cambiamento", ha affermato Kurz, che ha annunciato di voler stabilire un "nuovo stile". "La nuova coalizione si impegna per una politica che risparmia nel sistema, e non a carico della gente", ha continuato il cancelliere designato che ha promesso l'abbassamento delle tasse agli austriaci. A soli 31 anni, sarà lui il cancelliere più giovane della storia del suo Paese e dell'Europa. E questo è l'esito di uno stile politico spregiudicato, con cui il giovanissimo ex ministro degli Esteri ha conquistato la leadership del partito popolare e lo ha portato progressivamente più a destra, strappando il possibile successo elettorale dei populisti di destra del Fpoe.

23:57Gerusalemme: fonti Casa Bianca, Muro parte di Israele

(ANSA) - WASHINGTON, 15 DIC - La Casa Bianca manda segnali per far sapere che vede il Muro occidentale di Gerusalemme (il Muro del pianto) come parte di Israele, alla vigilia della visita del vicepresidente Usa Mike Pence nella regione. Benche' precisino che i confini definitivi della citta' santa devono essere definiti dai negoziati israelo-palestinesi, i dirigenti della Casa Bianca contattati dall'Ap escludono fondamentalmente qualsiasi scenario che non mantenga il controllo di Israele sui luoghi sacri dell'ebraismo.

23:55Basket: Eurolega, Panathinaikos-Milano 80-72

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - L'Olimpia ad Atene fa come Penelope ad Itaca: contro il Panathinakos tesse la tela per 15' e si costruisce un vantaggio di 13 punti (37-24), poi la disfa perdendo fluidità in attacco e consistenza in difesa fino al 80-72 che sancisce la quarta sconfitta consecutiva in Eurolega (3-9). Delusione e rimpianti si mischiano alla rabbia per un arbitraggio discusso e discutibile: con la gara in equilibrio a metà del terzo periodo viene fischiato un fallo tecnico per una simulazione molto dubbia a Theodore che costa al playmaker l'espulsione. In quel momento il Panathinaikos piazza un parziale di 7-0 che spacca in due l'incontro. Le triple di Rivers (20 punti, 6/9 da 3) e Lojeski (14, 2/4 dall'arco) e il predomino a rimbalzo di Gost (11 e 7) fanno il resto, lasciando l'AX Milano con il cerino in mano e con tanto amaro in bocca.

22:21Savoia: spoglie regina Elena tornano in Italia dopo 65 anni

(ANSA) - MONDOVI' (CUNEO), 15 DIC - Torna in Italia la salma della regina Elena di Savoia. Le spoglie della moglie di Vittorio Emanuele III, penultima Regina d'Italia, sono state trasferite oggi da Montpellier, dove è morta nel 1952 a 79 anni, al Santuario di Vicoforte, vicino a Mondovì, nel Cuneese. A darne notizia è stata la nipote Maria Gabriella di Savoia, che esprime "profonda gratitudine" al presidente Sergio Mattarella, "che fattivamente propiziò la traslazione della salma". Il trasferimento è avvenuto in gran segreto. Il Santuario già nelle intenzioni del duca Carlo Emanuele I di Savoia, a inizio Seicento, doveva diventare il mausoleo della Casa reale. Non è escluso che nelle prossime settimane qui vengano traslate anche le spoglie di Vittorio Emanuele III, morto in esilio il 28 dicembre di settant'anni fa ad Alessandria d'Egitto, dove è tuttora sepolto. "Confido che il ritorno in Patria della Salma di Elena, concorra alla composizione della memoria nazionale", è l'auspicio di Maria Gabriella.(ANSA).

Archivio Ultima ora