Scommesse, ridotta di sei mesi la squalifica a Conte

ROMA – La squalifica di Antonio Conte per l’omessa denuncia in Albinoleffe-Siena del maggio 2011 scadra’ il prossimo l’8 dicembre, e non a inizio giugno 2013.
E’ questo la decisione del Tribunale nazionale di arbitrato dello sport. Il Tnas – si legge nella nota del Coni – “respinge la domanda principale formulata con istanza di arbitrato da Antonio Conte e in parziale accoglimento della stessa infligge al medesimo la sanzione della squalifica sino all’8 dicembre 2012”. Il Collegio arbitrale – aggiunge la nota – “dichiara assorbita ogni altra domanda, anche di carattere istruttorio; dichiara integralmente compensate le spese del giudizio e pone a carico di ciascuna delle parti nella misura del 50% gli onorari del Collegio arbitrale” Antonio Conte tornerà in panchina il 9 dicembre prossimo per Palermo-Juventus, gara valida per la 16/a giornata di andata del campionato di serie A. Il Tnas ha ridotto a 4 mesi la squalifica del tecnico della Juve che durerà fino all’8 dicembre.
Questo il comunicato del Coni: “Il Collegio arbitrale, definitivamente pronunciando, nel contraddittorio delle parti, disattesa ogni altra istanza deduzione ed eccezione, cosi’ provvede: 1. Respinge la domanda principale formulata con istanza di arbitrato prot. n. 2165 del 29 agosto 2012 da Antonio Conte; 2. In parziale accoglimento della domanda subordinata formulata con istanza di arbitrato del 29 agosto 2012 da Antonio Conte infligge al medesimo la sanzione della squalifica sino all’8 dicembre 2012; 3. Dichiara assorbita ogni altra domanda, anche di carattere istruttorio; 4. Dichiara integralmente compensate le spese del giudizio; 5.Pone a carico di ciascuna delle parti nella misura del 50% gli onorari del Collegio arbitrale, liquidati come in parte motiva, con il vincolo di solidarieta’; 6. Pone a carico delle parti nella misura del 50%, il pagamento dei diritti amministrativi; 7.Dichiara incassati dal Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport i diritti amministrativi
versati dalle parti”.

Coppola ricorre al Tnas
Il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport ha ricevuto istanza di arbitrato da parte di Ferdinando Coppola nei confronti della Figc. L’istanza ha come oggetto il provvedimento con il quale la Corte di Giustizia federale ha confermato la sentenza di primo grado con la quale la Commissione disciplinare nazionale aveva squalificato Coppola per sei mesi per violazione dell’art. 7, comma 1, 2 e 5 in relazione alla gara Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011.

Condividi: