Firmata la convenzione per i prestiti ai contrattisti Mae all’estero

ROMA – Di questi tempi non sono molte le occasioni per esprimere soddisfazione sul trattamento che si riserva agli italiani all’estero, sicché non voglio perdere l’opportunità di segnalare una gradita eccezione.
Mi riferisco alla soluzione finalmente adottata circa la firma di una convenzione con la “Multieuro” per la concessione di prestiti sul quinto dello stipendio per gli impiegati meno tutelati della nostra amministrazione che lavorano all’estero.
Anche questa soluzione, come tante altre, ha compiuto un lungo percorso burocratico prima di una positiva conclusione.
Io stesso nell’ottobre del 2011 mi ero rivolto al direttore generale del Personale del Ministero degli Esteri per sollecitare la definizione di una convenzione che, predisposta da mesi, tuttavia continuava a trascinarsi.
La cosa si è prolungata fino ad oggi, si può immaginare con quanta soddisfazione degli impiegati, costretti in alcuni paesi, come il Brasile, a pagare interessi operosissimi per prestiti richiesti alle banche locali.
Bene, ora la convenzione c’è e voglio sperare che risponda alle esigenze reali dei lavoratori che sono nei posti meno favoriti nella scala retributiva del MAE.
Non dobbiamo mai dimenticare, nelle attuali condizioni di carenza di personale, che essi assolvono a compiti dai quali dipende quel tanto di efficienza che la nostra amministrazione ancora riesce a garantire all’estero.

Condividi: