Dopo Del Piero i Sydney Fc puntano Totti

MILANO – “Chi mi piacerebbe portare a Sydney dopo Del Piero? Totti. L’ho visto giocare molte volte, è un giocatore straordinario, ora però sta facendo un grande campionato nella Roma. In futuro però chi lo sà”. Lo ha detto Tony Pignata, amministratore delegato dei Sudney Fc. Il 47enne manager di origini italiane racconta come è nata e si è poi concretizzata la trattativa che ha portato l’ex capitano della Juventus in Australia.
“Quasi un anno fa. Pensavo che se la A-League doveva avere un giocatore simbolo – racconta – una superstar, un fenomeno del pallone, quello doveva essere Del Piero. Allora però era ancora un tesserato della Juve”. Poi la Juve non gli ha rinnovato il contratto e… “Quando sono arrivato a Sidney ho parlato con un amico che fa l’agente Fifa e gli ho chiesto se c’era qualche possibilità di portarlo qui da noi. Lui ha scritto a Stefano, il fratello di Del Piero, poi abbiamo fatto una videoconferenza il 29 agosto, il 3 settembre ero a Torino per definire l’accordo”.
Eppure Del Piero era ambito da molte altre squadre, si è parlato del Sion, del Celtic Glasgow. “Sì, e alla fine è arrivato anche il Liverpool. Ho detto a Del Piero quello che penso – racconta – che il Sidney non può competere per prestigio con certe grandi squadre europee, ma che qui in Australia lui non sarà uno dei tanti, qui può davvero lasciare il segno per sempre, e in poche settimane l’ha già fatto capire. E poi bisogna dire che l’Australia è un bel posto in cui vivere. Parlando del Del Piero persona, Pignata racconta: “Ha una grandissima passione per il calcio, è simpatico, ma mi ha stupito soprattutto per la sua grande umiltà. È un grande acquisto non solo per il club ma per tutta la lega australiana”.
Infine si chiude con quelle che sono le reali ambizioni del Sydney. “Giochiamo per vincere. Abbiamo grandi ambizioni. Lo stesso Del Piero lo ha sottolineato: la sua carriera non finisce qui, vuole ancora vincere”, conclude Pignata.