Obama, oggi il secondo testa-a-testa con Romney

Pubblicato il 15 ottobre 2012 da redazione

WASHINGTON – “Vanno alla grande”. Così Barack Obama ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come andavano i preparativi per il dibattito di oggi a Long Island, dibattito che il presidente sa di non poter sbagliare Per questo, il presidente questa volta non ha fatto le battute da studente svogliato sui preparativi (“mi tengono chiuso tutto il giorno a fare i
compiti”, aveva scherzato alla vigilia del faccia a faccia di due settimane fa che poi è stato vinto nettamente da Mitt Romney) ed ha accettato dichiudersi in ritiro in un resort di lusso di Williamsburg, in Virginia.
Obama e il suo staff sono arrivati al Kingsmill Resort – che nel weekend ha anche ospitato un raduno di Ferrari – sabato mattina e vi rimarranno fino a oggi pomeriggio, quando partiranno per recarsi alla Hosftra University, l’università nello stato di New York che ospiterà il secondo dibattito.
Non vi sono stati grandi cambiamenti nella squadra dei ‘preparatori’ rispetto a due settimane fa: David Alxelrod, il principale stratega della campagna, David Plouffe, il consigliere della Casa Bianca, e il senatore John Kerry e Anita Dunn attivamente impegnati nelle simulazioni dei dibattiti.
E’ noto infatti che l’ex candidato della Casa Bianca ha il compito di impersonare Romney, che Kerry conosce bene essendo stato governatore dello stato che lui rappresenta in Senato, mentre la consigliere di Obama fa la parte di Candy Crowley, la giornalista della Cnn che sarà la moderatrice del dibattito. Completano il gruppo Ben Rhodes, consigliere per la sicurezza
nazionale, dal momento che il secondo dibattito sarà maggiormente incentrato sui temi della politica estera. E Bob Barnett, un avvocato di Washington che da tempo è uno degli allenatori dei candidati democratici per i dibattiti.
Così Obama ogni giorno fa i compiti, passa in rassegna i dossier e i programmi con i collaboratori e poi si allena, con le due ‘controfigure’, per il prossimo scontro, perché sa bene che deve assolutamente migliorare la sua performance. “Il presidente è il più duro critico di se stesso e sa bene che Mitt Romney ha fatto meglio al primo dibattito – ha detto la portavoce della campagna Jennifer Paski – gli americani si devono aspettare un presidente molto più energico che spiegherà in modo convincente perché lui sia una scelta migliore per il ceto medio”.
Intanto, alla vigilia del secondo faccia a faccia tv ed a tre settimane dal voto, un nuovo sondaggio di Washington Post/Abc vede un testa a testa tra i due candidati presidenziali, con Barack Obama in lieve vantaggio al 49% e gli elettori repubblicani che, dopo la buona performance di Denver, mostrano un maggiore entusiasmo nei confronti di Mitt Romney, ora al 46%. Dati che statisticamente vengono considerati una situazione di parità.
In favore di Obama anche il fatto che nelle ultime settimane continua a migliorare la percezione da parte degli elettori della situazione del paese: ora il 42% ritiene che si vada nella giusta direzione, il 13% in più rispetto ad agosto, anche se ancora una maggioranza, il 56%, rimane pessimista.

Ultima ora

18:11Sicilia: Micciché, mai fatti accordi con Lotti

(ANSA) - PALERMO, 17 DIC - Il neo-eletto presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè in una nota dichiara "che con il ministro dello Sport, Luca Lotti, non c'è stato alcun accordo sulla eventualità di far confluire i voti dei deputati del Pd sulla sua candidatura alla presidenza del Parlamento siciliano". "Il ministro Lotti - sottolinea Miccichè - mi ha telefonato dopo la mia elezione per augurarmi buon lavoro".

18:04Savoia: Vittorio Emanuele, domani a Vicoforte per omaggio

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Domani, alle ore 15.00, insieme a mia moglie Marina, a mio figlio Emanuele Filiberto, a mia sorella Maria Pia ed a mio nipote Serge di Jugoslavia, mi recherò al Santuario di Vicoforte per rendere omaggio alle sepolture provvisorie dei miei nonni, il Re Vittorio Emanuele III e la Regina Elena". Lo scrive, in una nota, Vittorio Emanuele di Savoia.

18:03Savoia: Comunità ebraiche, profonda inquietudine

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "In un'epoca segnata dal progressivo smarrimento di Memoria e valori fondamentali il rientro della salma del re Vittorio Emanuele III in Italia non può che generare profonda inquietudine, anche perché giunge alla vigilia di un anno segnato da molti anniversari", tra cui "gli 80 anni dalla firma delle Leggi Razziste". Lo sottolinea la Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, ricordando che "Vittorio Emanuele III fu complice di quel regime fascista di cui non ostacolò mai l'ascesa".

18:02Igor: accetta estradizione, ma dopo inchiesta Spagna

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Norbert Feher, noto come 'Igor il russo' ha risposto in italiano alle domande del giudice spagnolo, Carmen Lamela - durante l'interrogatorio tenuto in videoconferenza - e ha accettato, non opponendosi al mandato di arresto europeo, di essere consegnato in Italia per essere processato per gli omicidi commessi ad aprile tra Bolognese e Ferrarese. Secondo quanto filtra da ambienti investigativi italiani l'eventuale consegna - come è emerso dall'interrogatorio durante l'udienza di convalida in Aragona - avverrà dopo i processi per i tre omicidi - di due agenti della Guardia Civil e di un allevatore - avvenuti in Spagna lo scorso 14 dicembre. Nell'interrogatorio il latitante, fuggito dall'Italia otto mesi fa, ha detto di essere in Spagna da settembre. Sull'affermazione verranno fatti accertamenti.(ANSA).

17:54Papa: Gentiloni, grazie per esortarci a fare mondo migliore

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Desidero ancora una volta ringraziarla profondamente per il suo inarrestabile impegno che scuote le nostre coscienze e ci esorta a rendere migliore questo mondo". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in un messaggio di auguri a Papa Francesco per il suo compleanno.

17:53Austria: Salvini, Strache? Non è un estremista

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - In Austria "io non vedo estremisti al governo. Heinz-Christian Strache non è assolutamente estremista, se controllare i confini è estremista allora sono estremista anche io. Io vedo un partito che difende l'interesse nazionale austriaco e io come Lega lo voglio fare non solo in Lombardia e Veneto dove governiamo da anni, ma anche in Puglia o in Campania". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più".

17:42Salvini, serve programma scritto o no alleanze con FI

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Io chiedo un programma comune del centrodestra, senza un programma scritto" nei suoi "capisaldi non c'è alleanza". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più" su Raitre spiegando che l'abolizione della Fornero, un intervento su immigrazione, scuola e sulle politiche europee, sono i punti "su cui non ci può essere trattativa". "Io ritengo che Berlusconi firmerà", spiega Salvini, ritenendo necessario, in vista dell'ipotesi larghe intese anche "un patto contro gli inciuci".

Archivio Ultima ora