Juve-Napoli, lo spettacolo a voi

TORINO – Niente Juventus-Napoli per Gigi Buffon. L’ultimo provino ha dato esito negativo e il portiere salta il big match per lasciare il posto a Storari. Anche Mirko Vucinic non ce la fa: a tenerlo fuori è l’influenza intestinale che gli ha portato anche febbre.

Migliori le notizie, invece, in casa Napoli. “Cavani e Vargas sono in buone condizioni, nonostante che abbiano fatto il giro del mondo in dieci giorni. Domani valuterò tutta la situazione e sceglierò la formazione più adatta”. Walter Mazzarri non lo ha detto espressamente ma ieri ha fatto chiaramente capire che sulla utilizzazione di Cavani, nonostante l’inevitabile stanchezza dell’uruguaiano, non c’è alcun dubbio. “Stamattina ho visto tutti i giocatori, compresi gli ultimi arrivati, in buone condizioni. Comunque, io stesso dopo un po’ di tempo dall’inizio della partita, capirò se i viaggi dei nazionali avranno influito sul loro rendimenti”, ha concluso Mazzarri.

“Quella di domani sarà una partita importante ma non decisiva per lo scudetto”. Walter Mazzarri getta acqua sul fuoco dell’attenzione, soprattutto perché, e lo dice espressamente, non vuole che i suoi giocatori diano a questa partita più significati di quanti non ne abbia in realtà. “E’ una partita che come tale vale al massimo tre punti – dice il tecnico – per cui il peggio che ci possa accadere è avere un tale distacco dalla Juventus in caso di sconfitta. Con un campionato quasi intero da giocare un tale vantaggio per i nostri avversari non significherebbe nulla. Non dimentichiamo che al ritorno devono venire a giocare al San Paolo dove dovremmo essere un pochino favoriti noi. Perciò dico che non cambia nulla – conclude Mazzarri – a prescindere da come si concluderà la sfida di domani”.

“Da tre anni a questa parte il gioco del Napoli è stato considerato uno dei migliori, non soltanto in Italia ma in tutta l’Europa”. Walter Mazzarri, in conferenza stampa, risponde alle osservazioni di Carrera secondo il quale il gioco della sua squadra sarebbe più propositivo e quello del Napoli più attendista. “Ognuno – commenta Mazzarri – è libero di fare le sue valutazioni però penso che sia anche importante valutare gli organici che ogni allenatore ha a disposizione”. “Ogni squadra – aggiunge Mazzarri – fa un tipo di gioco che è consentito in base alle caratteristiche degli uomini. E’ chiaro che la vedo in modo diverso dal tecnico della Juventus”.

Condividi: