CILE: “Conoscerlo per fare impresa”, l’appuntamento è a Treviso

SANTIAGO – “Il Cile, conoscerlo per fare impresa”: è il tema dell’incontro che si terrà il 26 ottobre presso la sede di Unindustria Treviso, organizzato da l’Associazione Imprenditori Veneti in Cile, Unindustria Treviso, l’Ambasciata del Cile in Italia, l’Ufficio Commerciale del Consolato Generale del Cile. Durante l’incontro verranno illustrati i principali aspetti del sistema Cile.
Il Cile, informa l’Associazione Imprenditori Veneti in Cile, si pone al primo posto tra i Paesi dell’America Latina nell’indice globale della competitività nel 2011 e per la rivista britannica “The Economist” rappresenta l’ambiente ideale per fare affari, grazie alla sua stabilità politico-economica, che ha favorito gli investimenti e reso possibile un forte miglioramento del reddito pro-capite.
Più di 20 accordi commerciali sottoscritti con oltre 50 Paesi, permettono al Cile di accedere ad un mercato di oltre 4,2 miliardi di persone. Tra il Cile e l’Unione Europea non esistono dazi doganali sulla quasi totalità dei prodotti, mentre un sistema moderno di infrastrutture, ed un utilizzo diffuso di tecnologie avanzate nei settori dell’informazione e della comunicazione lo pongono ai primi posti nella regione sudamericana.
Queste condizioni hanno favorito il forte aumento delle esportazioni venete verso il Cile: +36% nel 2011.
La presentazione riguarderà anche il contesto imprenditoriale e giuridico in cui ci si muove quando si investe in Cile, gli strumenti a disposizione – tra cui le diverse tipologie societarie – e le regole di investimento.
Interverranno all’incontro Katia Da Ros, Vicepresidente Unindustria Treviso con delega all’Internazionalizzazione, Mario Vizzotto, Responsabile Area Internazionalizzazione di Unindustria Treviso, Oscar Godoy Arcaya, Ambasciatore del Cile in Italia, Regina Rodríguez Covarrubias, Direttrice dell’Ufficio commerciale del Consolato Generale del Cile a Milano, l’avvocato Aldo Rozzi Marin. Seguiranno le testimonianze imprenditoriali di Felipe de la Fuente, Stefania Bellotto e Daniele Russolo, e Vittorio Della Toffola.

Condividi: