Sandy si abbatte su Cuba e punta sulle Bahamas

L’AVANA – Dopo aver raggiunto le coste sud-orientali cubane in un crescendo d’intensita’ fino a raggiungere una potenza pari alla categoria 2 sull’apposita scala Saffir-Simpson, l’uragano Sandy punta ora sulle Bahamas lasciandosi ale spalle due morti. Una persona ha perso la vita a Haiti e una in Giamaica al suo passaggio e sulle coste orientali degli Usa, ove il passaggio e’ previsto nel week end, e’ gia’ scattato lo stato d’allerta. A Santiago de Cuba, seconda citta’ dell’isola, Sandy si e’ palesato ieri matina con raffiche di vento di 175 chilometri l’ora accompagnate da piogge torrenziali, che in alcune zone potrebbero raggiungere i 50 centimetri. Non e’ escluso che la forza dell’uragano aumenti ulteriormente, e che sollevi marosi alti anche 8 metri prevedono dal Nationa Hurrican Center di Miami. Circa 55.000 persone sono gia’ state evacuate mentre al momento l’isola subisce la forza dell’uragano che si e’ presentato con fortissime piogge e venti fino a 177 chilometri orari.