Alonso a -10 da Vettel: “Mi resta una chance”

ROMA – “Se riesco a stare davanti a Vettel nelle prossime due gare, forse ho ancora una chance. Lotteremo fino al termine, ma non siamo veloci a sufficienza, dobbiamo essere sinceri con noi stessi. Le prestazioni al momento sono il nostro punto debole». Queste le impressioni del pilota spagnolo della Ferrari, Fernando Alonso che, dopo aver recuperato tre punti sul suo rivale Vettel nella corsa del mondiale, non perde occasione per spronare il team: “Sono contento – afferma – non eravamo super competitivi nel corso del weekend, ho dovuto lottare nei primi giri, ho fatto dei sorpassi, la strategia era buona. Ho provato ad attaccare Kimi ma questo era il risultato massimo che potevo fare oggi. Dobbiamo combattere fino alla fine”. “Il secondo posto insomma – dichiara con sincerità Alonso – è il massimo risultato che potevo ottenere partendo dalla terza fila”. “È vero che Vettel partiva dall’ultimo posto – continua lo spagnolo – , però viste le nostre prestazioni, qui alla vigilia temevamo di perdere altri punti. Nelle simulazioni che facciamo prima della gara eravamo da quinto o sesto posto. Lo ripeto: la Red Bull ha la miglior macchina, noi la miglior squadra”.
Sul prossimo Gp afferma: “Ora andremo ad Austin, un circuito sconosciuto per tutti. Abbiamo avuto soltanto un assaggio al simulatore ma la pista è un’altra cosa. Speriamo di fare un bel risultato e di offrire un bello spettacolo in un Paese importante come gli Stati Uniti”. Alonso si conferma comunque fiducioso sulla corsa al mondiale: “Il bicchiere è pienissimo, altro che mezzo vuoto. Dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto, del lavoro svolto dai meccanici in pista e dagli ingegneri che hanno cercato di mettere a punto la vettura. Ho lottato dall’inizio alla fine. Prima con Maldonado, poi con Jenson e, alla fine, ho cercato di andare a prendere anche Kimi. Non c’è stato un giro in cui abbia potuto rilassarmi”. Quando i giornalisti cgi domandano quale sia stata la sua gara migliore dell’anno in corso lui ha risposto, piuttosto sicuro di sè: “Deve ancora arrivare”.
‘’Io sono il primo a crederci’’. Anche il presidente Luca di Montezemolo lancia Fernando Alonso nella volata finale del Mondiale di Formula 1. ‘’E’ stato un weekend difficile da interpretare a iniziare da sabato sera quando ho assistito ad una situazione non proprio chiara’’, dice Montezemolo al sito del Cavallino. ‘’Per quanto riguarda la Ferrari voglio capire perche’ le novita’ tecniche che abbiamo portato in pista abbiano migliorato la prestazione della F2012 in maniera soltanto parziale e comunque insufficiente a permettere ad Alonso di lottare per le primissime posizioni in qualifica malgrado le aspettative dei nostri stessi ingegneri fossero diverse’’, aggiunge il numero uno della Ferrari, prima di evidenziare i meriti del pilota asturiano. ‘’Fernando ha sfoderato la sua ennesima grande gara della stagione, in cui ha dato nuovamente il 120% ed e’ comunque riuscito a lottare fino all’ultimo per la vittoria ma e’ evidente che dobbiamo fare di piu’ per le prossime gare. E’ questo cio’ che ho chiesto a Domenicali e ai suoi uomini: abbiamo davanti dieci giorni cruciali, in cui dobbiamo fare di tutto per presentarci in Texas con una vettura in grado di puntare alla vittoria’’, dice pensando al Gp in programma tra 2 settimane sul tracciato di Austin. ‘’Le parole stanno a zero: questo deve essere il nostro obiettivo’’, ribadisce.

Condividi: