Il Milan riprende il Malaga e ritrova Pato

MILANO – Nella quarta giornata del girone C della Champions League il Milan non va oltre l’1-1 contro il Malaga, sale a quota 5 punti in classifica e lascia aperta la porta della qualificazione, che verra’ decisa nelle ultime due partite. Reduce dall’ottima prestazione contro il Chievo, in Champions League Allegri ripropone il 4-2-3-1 gradito al presidente Berlusconi, di nuovo in tribuna a San Siro dopo due mesi e mezzo di assenza. Nell’undici titolare tornano Bonera, De Jong e soprattutto Pato, al posto di Zapata, Ambrosini e Pazzini, ma nel primo quarto d’ora il centrocampo del Malaga controlla bene il ritmo della gara e costringe il Milan nella propria meta’ campo. Abbiati, del resto, non e’ mai chiamato in causa, se non dal debole pallonetto tentato da Eliseu al 16’.
La conclusione dell’ex laziale sveglia la squadra di Allegri, scossa dall’improvvisa accelerazione tentata da Bojan al 19’, un sinistro deviato da Weligton ma sventato dall’attento Caballero. Il Milan attacca e colleziona cinque corner nel giro di pochi minuti, ma e’ sfortunato perche’ le buone occasioni capitate sui piedi di El Shaarawy e Montolivo vengono rimpallate dai difensori del Malaga. Al 27, poi, ci pensa ancora Caballero a salvare i propri compagni neutralizzando una precisa punizione calciata da Emanuelson. Passata la paura, al primo vero tiro in porta il Malaga trova il vantaggio: la percussione di Isco e’ travolgente, l’assist filtrante per Eliseu geniale, la conclusione dell’ex laziale precisa mentre la difesa rossonera assiste imbambolata. Nella ripresa il Milan prende in mano la gara e conquista campo alla ricerca del pareggio. Emanuelson spreca due buone occasioni, El Shaarawy non incide come al solito e allora Allegri lo sostituisce con Boateng. Per il gol bisogna pero’ aspettare il 28’ quando Pato, fin li’ assente ingiustificato, sfrutta al meglio un bel cross di Constant e batte Caballero di testa. Il Milan ci prova ancora con Boateng, il Malaga resiste e mette una seria ipoteca sul primo posto del girone.

Condividi: