Festival di Cinema Europeo, Italia presente con Di Gregorio

CARACAS – Inizia questo venerdì il Festival di cinema europeo “Euroscopio 2012”, che porterà sugli schermi venezuelani opere cinematografiche provenienti da Germania, Inghilterra, Francia, Paesi Bassi, Spagna, Austria, Portogallo, Polonia, Norvegia e, naturalmente, Italia. Il nostro Paese sarà presente con il film “Pranzo di Ferragosto” di Gianni Di Gregorio (in lingua spagnola “Vacaciones de ferragosto”).
Questo pezzo di settima arte nostrana sarà proiettato a Caracas martedì 13 novembre alle 15 nella Facoltà di Umanistica dell’Università Centrale del Venezuela, mercoledì 14 alle 16 nel Collegio Francia, giovedì 15 alle 19 nel Centro d’Arte Los Galpones, giovedì 22 alle 13 presso l’auditorio Pensieri dell’Università Metropolitana. Una proiezione, sempre il prossimo giovedì, anche a Maracaibo, dove il film sarà ospitato dal Centro Lia Bermúdez.
“Pranzo di ferragosto” è un lungometraggio del 2008 scritto, diretto ed interpretato da Gianni Di Gregorio, all’esordio nella regia. Presentato alla “Mostra del cinema di Venezia”, il film ha vinto il “Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis”, mentre Di Gregorio è stato premiato come miglior regista esordiente dell’anno da entrambi i maggiori riconoscimenti cinematografici italiani, i “David di Donatello” e i “Nastri d’argento”.
Protagonista del film è Gianni, trasteverino e figlio unico di madre vedova, una nobildonna decaduta, capricciosa e un tantino opprimente di cui deve occuparsi. Madre e figlio vivono soli in un appartamento nel centro di Roma e faticano a tirare avanti, ricoperti di debiti come sono. Nel bel mezzo dell’afa estiva, Alfonso, l’amministratore, si presenta alla loro porta per riscuotere quanto gli è dovuto, ma propone a Gianni l’estinzione di tutte le spese condominiali in cambio di un favore: ospitare la madre, Marina, per la notte e il successivo pranzo di Ferragosto in modo che lui possa partire per le terme. L’accordo non prevede però l’arrivo di una seconda signora, la zia di Alfonso, Maria, una simpatica anziana con qualche problema di memoria, ma l’amministratore convince Gianni a ospitarla offrendogli denaro.Il protagonista è obbligato, suo malgrado, a offrire asilo a una terza “mamma abbandonata” quando l’amico Marcello medico di famiglia, giunto per una visita di controllo, gli chiede di potergliela affidare: assente per ferie la badante, Marcello costretto al turno di notte, l’anziana donna rimarrebbe sola troppo a lungo. Dopo varie avventure Gianni pranza con le tre donne in allegria il giorno di ferragosto ma, quando arriva il momento dell’addio, le signore offrono una grossa somma per restare e Gianni non può che accettare.

Fellini al Celarg
Questo sabato, alle 15 nella sala CineCelarg3 del Celarg, a Caracas, verrà proiettato il celebre film “La Strada”, diretto nel 1954 da Federico Fellini.

Condividi: