4 more goals

NAPOLI – Immenso. Non ci sono altri aggettivi per descrivere Edinson Cavani, che con altri quattro gol, per parafrasare un’espressione tanto cara al presidente Barack Obama, di cui tre nei minuti finali, trascina il Napoli ad una insperata vittoria per 4-2 contro il Dnipro. Un successo che consente agli azzurri di tornare in corsa per la qualificazione alla seconda fase. Ora il Napoli è secondo nel girone con 6 punti alle spalle proprio del Dnipro primo con 9 e davanti a Psv e Aik con 4. Un Cavani che dimostra di essere in serata già al 7’, quando sblocca il risultato con un preciso diagonale su assist di Dzemaili. Sembra tutto facile per il Napoli e invece la squadra di Mazzarri subisce il ritorno del Dnipro che al 33’ pareggia con un gol in mischia di Fedetskiy e al 52’ passa addirittura in vantaggio con Zozulya.
Azzurri con le spalle al muro, Mazzarri manda in campo allora Hamsik, Insigne e poi Pandev. Nel finale, però, ci pensa super Cavani. Al 77’ il Matador pareggia con una micidiale punizione dal limite dell’area. Passano dieci minuti e ancora il bomber sudamericano è implacabile a deviare in rete un assist di Hamsik dalla sinistra, su azione avviata da un tacco di Insigne. Cavani completa il poker al 92’, quando ancora su assist di Hamsik, batte il portiere avversario con un destro al volo dal limite. Il San Paolo esplode per l’ennesima prodezza del fuoriclasse uruguaiano.

Partizan-Inter 1-3
E sono dieci. L’Inter vince anche a Belgrado con un super Palacio, autore di una doppietta al 6’ e al 30’ della ripresa (l’altra rete e’ di Guarin, ispiratore della doppietta dell’argentino), e centra la decima vittoria consecutiva tra coppa e campionato conquistando la qualificazione ai sedicesimi di Europa League con due gare d’anticipo. Nel 3-1 in Serbia (in gol Tomic per i padroni di casa al 90’) c’e’ pero’ anche il marchio di Handanovic, autore di due strepitose parate su Ivanov sullo 0-0.

Udinese-Young Boys 2-3
Lo Young Boys si conferma bestia nera dell’Udinese. I ragazzi di Rueda bissano il successo dell’andata e si rimettono in piena corsa per il passaggio del turno. Discorso opposto per l’Udinese che non riesce a rimediare all’onta della sonora sconfitta subita due settimane fa a Berna e prende altri tre gol da Bobadilla e compagni. Ora la qualificazione sembra quasi una chimera. Di Fabbrini e Di Natale, che ha sbagliato anche un rigore, i gol dei friulani.

Lazio-Panathinaikos 3-0
La Lazio batte il Panathinaikos 3-0 e torna a sorridere: decide il match la doppietta di Libor Kozak nel primo tempo e la rete di Floccari ad inizio ripresa. Bellissimo il primo goal dell’attaccante ceco, che infila il portiere greco con un gran tiro a giro di destro nell’angolino alto. Gli uomini di Petkovic dominano la partita per tutti i 90’ e non soffrono mai. Biancocelesti che adesso guidano in testa il gruppo J a quota 8 punti e si candidano per il passaggio del turno.

Condividi: