HOLLANDE : “Il debito pubblico francese è alle stelle”

PARIGI – “La situazione del Paese è grave”.Questo l’allarme lanciato dal presidente francese François Hollande, in conferenza stampa a Parigi. “Avevo già detto in campagna elettorale che avremmo dovuto affrontare sfide altissime”, ha continuato Hollande, che poi ha aggiunto: “La constatazione è implacabile”, “il debito pubblico supera il 90% del Pil, la disoccupazione è in aumento costante da 17 mesi, la crescita è stagnante da due anni, e stiamo perdendo produttività. La Francia è al 17esimo posto nella classifica industriale europea”. Quello a cui si assiste, ha proseguito, è una “perdita continua di competitività del nostro Paese”.
L’obiettivo “è risanare la crescita”, “sarò giudicato sulla base di questi risultati”, ha spiegato ancora il capo dell’Eliseo sottolineando di aver lavorato in questo senso su tre aspetti principali: l’orientamento dell’Europa, la riduzione del debito e la competitività economica. “Ho assunto gli impegni senza perdere tempo, perché tempo non ne abbiamo più”, ha aggiunto Hollande. Quindi un riferimento all’Europa e al ruolo della Francia all’interno dell’Ue. Essendo Parigi “un punto di riferimento”, ha dichiarato il presidente, “una Francia indebolita è sinonimo di una Europa più debole”.