Cancellieri: “Verranno mesi difficili, Sì all’arresto in flagranza differita”

Pubblicato il 22 novembre 2012 da redazione

ROMA – Eccolo di nuovo. Rispunta l’arresto in flagranza differita per le violenze di piazza. Proprio come avviene per gli stadi. La misura è stata annunciata al Senato dal ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, chiamata a riferire dopo gli scontri ai cortei del 14 novembre.
– Questo – sottolinea la ministro – è un provvedimento che intendiamo adottare al più presto. E’ evidente l’esistenza di una situazione di grande preoccupazione. Ci stiamo preparando a momenti difficili.
L’arresto differito, insieme al Daspo per i manifestanti violenti, era parte del cosiddetto ‘pacchetto Maroni’. Ed era stato messo a punto circa un anno fa, dopo un’altra giornata di violenze di piazza, quella del 15 ottobre 2011 a Roma. Poi però il Governo Berlusconi cadde e, come spesso accade in questi casi, il provvedimento venne abbandonato. Oggi torna d’attualità.
La ministro spiega che non si può impedire a persone con caschi e passamontagna di partecipare a manifestazioni, ‘’perche – a suo avviso – i danni sarebbero peggiori’’.
– Ma una soluzione al problema, anche se parziale, c’è – fa notare -. Ed io intendo portarla avanti: l’arresto differito, uno strumento molto efficace che negli stadi ha già dato risposte positive. Abbiamo visto un crollo della violenza e pensiamo di applicarlo.
Oggi è possibile arrestare fino a 48 ore dopo il fatto chi si è reso responsabile di violenze, ma solo in occasione di eventi sportivi. Lo stesso intervento, quindi, potrebbe essere concesso per gli scontri di piazza, in modo da arrestare i teppisti dopo averli individuati, ad esempio, visionando i filmati.
Molta cautela, invece, su un’altra misura invocata da molti: l’estensione del Daspo (il divieto di accedere alle manifestazioni sportive) alle manifestazioni di piazza. Questo consentirebbe di escludere preventivamente dai cortei a rischio chi ha precedenti in materia. Ma, rileva il ministro, ‘’stiamo facendo delle valutazioni perchè ci sono aspetti costituzionali che dobbiamo chiarire’’. L’ostacolo principale è l’articolo 16 della Costituzione. Questo prevede la libertà di circolazione di ogni cittadino sul territorio nazionale. Il ministro ‘tecnico’ si appella quindi alla politica.
– Ci vorrebbe da parte di tutte le forze politiche – auspica – un forte senso di responsabilità e di consapevolezza per comprendere che il momento non è facile per nessuno. l’Italia sta attraversando un momento difficile e non possiamo consentire alla piazza di fare le scelte che deve fare la politica, che deve assumersi la responsabilità di aiutarci a passare questi mesi dopo i quali il Paese si vedrà restituito un Governo eletto dal popolo.
In attesa di nuove norme – ma ancora gli uffici del Viminale sono in fase di studio – occhi puntati a domani.
– Dobbiamo evitare – nota il capo della polizia Antonio Manganelli – che diventi una giornata di scontri. Garantiremo il diritto di esprimere il dissenso ma anche il diritto a vivere senza costrizioni per il cittadino che ritiene di non dover dissentire. Dovremo stare molto attenti, perchè ogni tensione può alimentare ulteriore tensione.
Il capo della polizia si stringe quindi ai suoi uomini, in agitazione per essere stati messi sotto accusa per le manganellate ai manifestanti senza – lamentano i sindacati – essere stati adeguatamente difesi dai vertici del Viminale.
– Oggi – lamenta – agli operatori di polizia si chiede di tutto, di fare bene, di interloquire, di essere all’altezza della situazione, ma 1.400 euro al mese non valgono le pietre della Val di Susa, le gratuite aggressioni allo stadio o i sacrifici che fanno famiglie intere.
Il Governo, intanto, prova a far deporre le armi della protesta e convince i sindacati, meno la Flc- Cgil, a sospendere lo sciopero previsto per sabato. Gli studenti, da parte loro, annunciano di volersi riprendere la città definendo ‘’inaccettabile’’ qualsiasi zona rossa. I militanti di estrema destra di Casapound sono invece pronti a sfilare contro ‘’il governo dei banchieri’’.
Al momento, ribadiscono gli analisti di intelligence e antiterrorismo, non ci sono particolari segnali preoccupanti. In effetti, a Roma non dovrebbero arrivare ‘rinforzi’ da altre città. Le informazioni riguardo il corteo dei militanti di estrema destra, poi, parlano di numeri tutto sommato contenuti. Il ragionamento che viene fatto è che, dopo gli scontri del 14 novembre, far salire ulteriormente la tensione non giova a nessuno. Ma al momento le previsioni sono difficili. Anche perchè la situazione è ben diversa rispetto al passato: la forte presenza di giovanissimi da un lato e la mancanza di leader dell’altro, fanno sì che non vi sia più nessuno che ha un reale controllo sulla piazza.

Ultima ora

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

Archivio Ultima ora