Milan-Juve luci a San Siro

MILANO – Juventus decisamente favorita sul Milan nella partita clou del fine settimana di serie A, che si gioca domenica sera a San Siro. A dirlo sono gli scommettitori e le agenzie di scommessa del Belpaese, Ma il mondo delle ‘apuestas’ si sa, più di una volta gioca dei brutti…
La Juve arriva al big match di Milano con i favori del pronostico, la bastosta rifilata ai campioni d’europa del Chelsea ha mandato l’ambiente su di giri e, anche se Conte ha cercato di riportare tutti sulla terra, più di un bianconero sente in cuor suo che non sarà di certo un’altra squadra milanese ad interrompere la scia di risultati utili cui la squadra torinese ha ridato vita dopo l’inatteso stop casalingo con l’Inter. Questi gli umori in casa Juve e a Milanello a 24 ore dalla sfida.

Qui Juve
Giorgio Chiellini, nonostante il leggero infortunio rimediato nella partita di Champions, ha assicurato che, salvo problemi dell’ultimo minuto, sarà in campo: “Ho ancora un po’ di fastidio, ma è solo fatica – ha spiegato – Oggi mi allenerò a parte e domani vedremo. Senza rischiare, farò di tutto per esserci”. Immancabile un riferimento al capocannoniere del campionato, Stephan El Shaarawy: “E’ la rivelazione della stagione, ma le sue qualità già si vedevano lo scorso anno – ha argomentato Chiellini -. Che però facesse tanti gol e diventasse un leader del Milan, non a parole, ma con i fatti, nessuno se lo poteva aspettare, credo neanche lui. Oltre alle qualità tecniche ha l’atteggiamento giusto, ha voglia di fare e di mettersi in mostra”. Infine una batttuta sulla difesa della Juve, la migliore del campionato: “Tra di noi c’è un bel feeling. Giochiamo insieme da un anno e mezzo e si vede che gli automatismi e le conoscenze sono radicati – ha concluso – Nell’ultimo anno e mezzo ho lavorato molto per migliorare anche in fase di impostazione. Con la difesa a tre, io e Andrea Barzagli possiamo essere più aggressivi, uscire più avanti sull’uomo, con Leonardo che invece funge da libero e ci copre. Quando si attacca, chi non sta partecipando all’azione offensiva deve già pensare a difendere, stare vicino all’uomo e essere pronti ad anticiparlo e a far ripartire subito l’azione”.
Qui Milan
Nonostante l’importantissima vittoria in coppa contro l’Anderlecht, a Milanello non c’è il clima dei giorni migliori. A tener banco è il caso Pato scoppiato dopo il match in Belgio. “Pato è un problema, perchè era uno dei giocatori di maggior fantasia e valore che avesse il Milan. E’ veramente un problema, anche per cosa fare, perchè non si può avere così una deminutio del valore del patrimonio. E’ un ragazzo di 22-23 anni che ha avuto vari incidenti”, così il presidente milanista Silvio Berlusconi ha risposto ai giornalisti quando gli hanno fatto notare che Pato è scontento perchè gioca poco.
“Sarà una partita difficile, contro la prima in classifica, ma il Milan è in ripresa e si farà trovare pronto”. Secondo Ignazio Abate il pronostico del match è aperto a ogni possibilità anche se “è normale che sia favorita la Juventus anche se, ripeto, siamo in ripresa e possiamo fare male”. “Stiamo meglio – afferma l’esterno -, c’è ancora tanto da lavorare ma nelle ultime partite la squadra ha dimostrato voglia e ha messo intensità e con queste caratteristiche le qualità dei giocatori verranno fuori”. G.D.R.

Condividi: