Robert La Rocca nella storia della F2000

CARACAS – Dopo di aver dominatola F2000 negli Stati Uniti, dove ha vinto 11 delle 14 gare disputate entrando negli almanacchi della categoria (e diventando il primo venezuelano ed il primo latinoamericano a vioncere questo campionato), RobertLa Rocca si prepara ad affrontare nuove sfide nella stagione 2013.

Il pilota, nato 20 anni fa a Caracas, ha partecipato alla Formula 2000 negli Usa e nella F3. Gli esordi del campione sono davvero affascinanti: la giovane promessa infatti non è mai salita su un kart fino all’età di 17 anni, quando ha scoperto che gli piaceva il rombo dei motori grazie alla Play Station e alle corse che guardava in tv. Ma dal primo giro su una monoposto ha mostrato tutto il suo potenziale. E continuerà a dimostrarlo.

– E’ vero che non ho mai corso con i kart, ma sin da bambino mi sono piaciute le corse e guardavo sempre le gare in televisione. Appena ho compiuto i 18 anni, ho detto a mio papà che volevo iniziare a correre e diventare pilota. Prima di allora non ero mai salito a bordo di una monoposto, l’esperienza è stata bellissima. Poi, vista la mia abilità, mio padre ha deciso di aiutarmi ad entrare nel mondo dei motori e da quel momento mi ha sempre appoggiato – spiega il pilota italo-venezuelano.

Oltre ad aver partecipato nella F2000,La Roccaha anche avuto la possibilità di partecipare nella F3. In questo campionato il pilota è arrivato in sesta posizione in una gara da favola mentre nelle altre due ha chiuso al quarto posto.

Grazie al suo ottimo 2012 è nell’orbita di diversi team della GP2 (la serie B della Formula 1), categoria nella quale effettuerà alcuni test nel 2013. L’unica cosa certà è che sarà parte della griglia di partenza della GP3.

– So che il salto è grande, ma so anche che posso riuscirci senza problemi. Sarà una bella esperienza.

La sua prestazione in questo 2012 ha permesso di Robert La Rocca di essere tra i candidati al ‘Premio Atleta del Año’, nomination che assegna ogni anno il ‘Circulo de Periodistas Deportivos’ agli atleti che hanno rappresento al meglio il Venezuela per tutta la durata dell’anno. Nell’edizione 2012 la lotta sarà dura: ci sono colossi come Miguel Cabrera (vincitore del premio MVP della MLB), Marcos Scutaro (MVP dei playoff della MLB, Pablo Sandoval (MVB delle World Series) ed altri grandi campioni.

La sua abilità alla guida ha attirato l’attenzione di un noto personaggio del mondo dei motori: Ralph Firman. Il noto ingegniere inglese nella sua lunga carriera ha preparato le monoposto a campioni del calibro di Emmerson Fittipaldi, Ayrton Senna, Mark Webber ed Eddy Irvine.

– Sono impressionato dall’abilità che ha questo ragazzo. Robert ha tutte le potenzialità per diventare una stella degli sport a motori. Il suo stile di guida è molto simile a quello di campioni del calibro di Ayrton Senna e Emerson Fittipaldi – spiega Ralph Firman.

Il suo manager, Graeme Glew quando parla di RobertLa Roccaci dice:

– Nella mia carriera ho aiutato e visto un numero infinito di piloti. Tutti vogliono arrivare nell’elite del mondo dei motori, ma non tutti ci riescono. Robert ha un talento innnato che lo aiuterà a realizzare la sua meta: arrivare in Formula 1. Di Robert ricordo l’esordio in Brasile, dove ha lasciato tutti i presenti stupiti grazie alla sua abilità. Sono felice di lavorare con lui.

In pochi anni di carriera nel mondo dei motori RobertLa Roccasta riscuotendo successo vertiginosamente. Ovviamente il sogno – come lui dichiara – è quello di arrivare in Formula 1. Di questo passo potrebbe realizzarsi in un tempo molto breve.