L’Azzurra campione della ‘Copa Navidad’

CARACAS – Meriterebbero una pacca sulla spalla di sincera partecipazione umana, quelli del Parma: è commuovente vedere come si sono opposti addirittura in 10 uomini a un destino evidentemente già scritto. Come è accaduto, gli dei del calcio avevano decretato che la ‘Copa Navidad’ di quest’anno sarebbe andata nelle mani dell’Azzurra, che giocando un grande campionato ha centrato l’obiettivo. Ma per materalizzare questo sogno sono serviti i calci di rigore.
Da come era iniziata la gara, sembrava che la dea bendata volesse favorire il Parma con la rete segnata da Fontana. Gli ‘azzurri’, che hanno dovuto fare a meno di alcuni pezzi pregiati, sono riusciti a trovare il pari dopo l’assist vincente di Castro che Davoli ha mandato in rete in palombella in una giocata simile a quella di Marchisio nel derby della mole di sabato. Gli 80’ minuti di gioco si sono chiusi in parità e per decidere i campioni è stata necessaria la lotteria dei calci di rigore.
I tiri dagli undici metri sono iniziati con gli errori di Chemi (Parma) e Hiro (Azzurra), poi Fabelo ha sbagliato il secondo della serie per il Parma. L’Azzurra ha segnato i quattro tiri successivi, ma in questa sequenza c’è stato spazio anche per la polemica: nel quarto tiro dal dischetto il calciatore degli azzurri, Schillaci, ha fatto la cosidetta ‘paradinha’, cosa non gradita dai gialloblù, ma l’arbitro gli ha convalidato la giocata.
Eduardo Castro segna il penalty più importante della sua stagione, facendo esplodere la festa nella panchina azzurra e tra i tifosi.
Durante i festeggiamenti, il presidente del club Pietro Caschetta ha consegnato la Coppa ai vincitori. Alla festa Azzurra si sono aggregati anche i giocatori del Parma in una cornice da vero far play sportivo: nel cosidetto ‘terzo tempo’ hanno degustato di un panino con la salsiccia ed un po’ di nettare degli dei.

Torino campione
del Torneo Apertura
Con una giornata d’anticipo il Torino si è aggiudicato il Torneo Apertura dei Master, grazie alla vittoria per 3-2 sul Milan e alla contemporanea sconfitta (2-0) del Napoli sulla Roma.
La gara disputata sul Giuseppe Pane si è messa subito in discesa per il Toro, che dopo appena 11 minuti di gioco già conduceva la gara per 2-0. Le reti dei granata sono state segnate da Juan Carlos Garcia (5’) e Nestor Plaza (11’). Al 20’ il Milan accorcia le distanze con Michele Gentile, si va al riposo sul 2-1.
Al 58’ il Torino trova il tapin vincente con Francesco Di Benedetto, il Milan troverà il 3-2 con Incola di Rosa.

Clamoroso ko del Napoli
con la Roma
Un Napoli irriconoscibile, un lontano parente di quello che ha stravinto la passata edizione del Torneo e che ha giocato le prime giornate di quello attuale. Nessuno si spiega il perché di questo blackout, l’unica spiegazione logica è che alcuni giocatori erano vittima di qualche acciacco. Ma secondo gli esperti il principale motivo è stato quello motivazionale: la squadra non aveva la stessa fame di vittoria mostrata nelle gare precedenti.
Ritornando alla gara persa con la Roma, tutti si aspettavano che i giallorossi fossero la vittima sacrificale, ma non è stato così. Il Napoli sembrava che fosse ingabbiato nella propria metà campo e la Roma ne ha approfittato per fare il suo gioco.
Nella prima frazione di gioco i giallorossi hanno avuto almeno tre palle gol chiare, ma non sono state sfruttate dagli attaccanti. Poi Villa ha effettuatto un assist perfetto a Blanco che gli ha permesso di sfondare la porta dei ‘partenopei’. Nella ripresa, è stato Blanco a fornire l’assist vincente a Villa che se segnato il 2-0 che ha chiuso i conti della gara e del campionato.

Veteranos, solo un posto libero per la semifinale
Parte il treno delle semifinali del Torneo dei Veteranos, rimane un solo posto libero. La prossima settimana si saprà chi accompagnerà Juventus, Azzurra e Napoli. Ma la suspense finirà dopo la conclusione della gara tra Juve e Palermo, con il risultato di 2-1 in favore dei rosanero. Se il Palermo confermerà questo risultato si qualificherà per la prossima fase, in caso di risultato negativo, andrà il Parma.

Fioravante De Simone

Condividi: