Venezuela, crolla lo spread. Tanti messaggi di solidarietà a Chávez

CARACAS  – Il ritorno a Cuba del presidente Chavez per un quarto intervento chirurgico anti-cancro – con la novità che, in questa occasione, ha indicato come eventuale delfino il suo vice e attuale ministro degli esteri Nicolas Maduro – ha intensificato le reazioni rispetto ai precedenti viaggi: lo spread locale è crollato al minimo del 2008 ed i bond sono in rialzo; nello stesso tempo tante le speculazioni sulle sue condizioni di salute.

Dopo l’ecuadoriano Rafael Correa, forse potrebbero approdare a L’Avana altri capi di stato. Tanti, comunque, i messaggi di solidarietà.

Secondo il blogger Nelson Bocaranda, che rivendica di aver anticipato l’aggravarsi delle condizioni di salute di Chavez, nella clinica cubana Cimeq a cui il presidente si è sempre affidato per questo nuovo intervento sono già arrivati ”un medico venezuelano residente negli Usa, 3 medici brasiliani, 2 spagnoli e 2 russi”.

Telesur, la Cnn in spagnolo lanciata dal presidente, riporta  riporta informazioni tranquillizzanti sulla salute del presidente Chávez e la cronaca dell’arrivo  L’Avana dell’ecuadoriano Rafael Correa (”Chavez non è solo in questa lotta”).