Ministro Terzi, al via l’anno della cultura italiana negli Stati Uniti

WASHINGTON – A Washington per inaugurare “l’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti”. E’ questo lo scopo principale della missione del ministro Giulio Terzi, in visita negli Stati Uniti sino a giovedì 13 dicembre.
Una manifestazione che, nata dall’iniziativa dello stesso Terzi, gode dell’alto patronato del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La cerimonia di inaugurazione si svolgerà nella prestigiosa cornice della National Gallery of Arts di Washington. Per l’occasione verrà esposto in prestito dal museo del Bargello di Firenze, il celebre “David-Apollo” di Michelangelo. L’opera ritorna alla National Gallery dopo che nel 1949 accompagnò il ricevimento per l’inaugurazione della stessa del presidente Truman.
L’Anno della Cultura è promosso dal ministero degli Esteri in collaborazione con i ministeri dei Beni e delle Attività culturali, dello Sviluppo economico, dell’Università e della Ricerca, dell’Agenzia per la Promozione all’Estero (Ice) e l’Agenzia Nazionale del Turismo (Enit Italia). L’iniziativa si articolerà in più di 180 eventi in oltre 40 città americane. Tre le sue parole chiave: ricerca, scoperta e innovazione. L’idea è di presentare un’Italia orgogliosa della sua tradizione storico-artistica e rivolta al futuro, all’avanguardia nel campo dell’innovazione. Uno sforzo corale reso possibile grazie anche all’apporto di numerosi sponsor privati, tra cui i Corporate Ambassadors Eni e Intesa San Paolo, e che vedrà impegnate alcune tra le più rinomate istituzioni culturali e scientifiche dei due paesi, circa 70 quelle americane coinvolte.