Venezuela: il Psuv ottiene 19 governi regionali, l’Opposizione 3

CARACAS – Solo 3, dei 23 aspiranti a Governatore dell’Opposizione, sono riusciti a superare l’esame delle urne. Henrique Capriles Radonski, con il 50,33 per cento dei voti, si è imposto nello Stato Miranda; Henri Falcòn, con il 54,35 per cento, nello Stato Lara; e Liborio Guarulla, con il 65,66 per dento dei voti, nello Stato Amazonas. Nello Stato Bolìvar il candidato del Psuv (Francisco Rangel Gòmez) con il 45,41 per cento dei voti, al momento di scrivere questa nota, era in vantaggio su quello dell’Opposizione (Andrès Velàasquez) con il 44,64 dei voti. La tendenza, comunque, non risulta ancora irreversibile. Nel resto del Paese hanno vinto i candidati del presidente Chàvez e del Psuv.

Per l’Opposizione sono state sconfitte importanti quelle subite nello Stato Tachira, dove si è imposto Josè Gregorio Vielma Mora,  nello Stato Zulia, dove ha vinto Francisco Arias Càrdenas e nello Stato Carabobo dove ha avuto la meglio Francisco Ameliach.

Non ci sono state lunghe file di fronte ii seggi elettorali. L’astensione, com’è tradizione in questo tipo di processi elettorali, è stata molto alta. Infatti, dei più di 17 milioni di venezolani con diritto ad eleggere i 23 Governatori e i 229 consiglieri, hanno depositato il voto alle urne poco più del 50 per cento. Nonostante i costanti inviti a votare, la maggior parte dei venezolani ha preferito affollare le spiagge, i centri commerciali e le sale cinematografiche. Ma è comprensibile. I governatori, fino al 1989, erano scelti dal governo centrale e imposti alla popolazione. La decentralizzazione è un fenomeno recente che è diventato ancora parte del Dna del venezolano. Così, a differenza di quanto accaduto nelle elezioni presidenziali, in questa occasione i venezolani hanno disertato i seggi elettorali. Eppure, le regionali sono elezioni importanti. Permettono di scegliere  i governi locali, che sono poi  quelli incaricati di risolvere i micro-problemi dei cittadini.

La giornata elettorale, che stando alle ultime notizie del Consiglio Nazionale Elettorale non ha fatto registrare  inconvenienti di rilievo, si è svolta in un clima politico particolare a causa della malattia del presidente Chávez, operato giorni fa per la quarta volta.

Condividi: