Usa, uccisi due vigili del fuoco: é caccia all’uomo

Usa, sparatoria in bar, un morto e tre feriti

WASHINGTON – Un morto e tre feriti. E’ questo il bilancio di una sparatoria durante una festa in un bar alla periferia di Seattle, nello stato di Washington. In quel momento, circa all’una di mattina, nel locale, il Munch Bar, erano presenti i giocatori della squadra locale di football americano professionistico, i Seahawks. Ma nessuno di loro ha riportato alcun danno.

L’allarme è stato lanciato da una star tv presente alla festa, Abrey O’Day che ha twittato: ”Seriamente gente, uno è stato sparato proprio in fronte a me. Non sono mai stato in una situazione del genere. Seattle, che succede?”.

Un’altra sparatoria a Webster, nei pressi di Rochester, stato di New York, ha avuto un tragico bilancio: due vigili del fuoco uccisi, e altri due feriti. I vigili del fuoco erano stati chiamati per spegnere un incendio in una casa all’alba e sono stati fatti fuori da un uomo armato. E’ quanto è accaduto stamattina a Webster, una località alla periferia di Rochester, nello stato di New York.

Dopo i colpi, la squadra è stata costretta smettere di spegnere le fiamme che hanno quindi invaso altre due piccoli edifici vicini. Poi sono intervenuti la squadre di pronto intervento che hanno evacuato la zona, circondata dalle forze di polizia.

Condividi: