Neve al nord e primavera al sud

ROMA – Italia divisa tra i quasi 20 gradi della Sicilia ed il freddo del Nord. Lo segnala ilmeteo.it, rilevando che da Ovest si sta avvicinando una debole perturbazione atlantica, che porterà piogge sulla Liguria in estensione verso il resto del nordovest e sulle regioni tirreniche, in particolare sulla Toscana. Nel corso della giornata, prosegue il portale, le piogge e le nevicate si intensificheranno al Nord oltre i 1.000 metri, mentre al Sud rimarrà un clima mite, con punte di 20 gradi in Sicilia e Calabria.

La giornata di Santo Stefano vedrà condizioni di maltempo sul Nord-est e ancora sulla Lombardia con tanta neve sulle Alpi, piogge e rovesci al centro. Venerdì 28 un impulso freddo da Nord porterà un peggioramento sulle regioni adriatiche e al Sud fino in Sicilia, con tanta neve sugli Appennini anche a 700-800 metri, mentre altrove tornerà il sole perché le nebbie si dissolveranno. Tempo buono dunque per la notte di San Silvestro e per Capodanno, mentre la prima perturbazione del 2013 arriverà i primi giorni dell’anno, seguita da aria fredda e anche neve entro la Befana.

A parte un po’ di foschia nelle zone interne, da nord a sud la costa siciliana è baciata dal sole, con i turisti in maniche corte nelle località balneari dell’Isola, come Cefalù e nella spiaggia palermitana di Mondello. La zona più calda è quella occidentale, a Trapani il termometro ha toccato 21 gradi.

 

Condividi: