Los Roques, trovato corpo in mare. E’ di un operaio

CARACAS  – E’ stato rinvenuto, a circa 500 metri dal Porto di La Guaira, il corpo di un uomo in avanzato stato di decomposizione. Si temeva, in un primo momento, che potesse essere quello di uno dei connazionali a bordo dell’aereo scomparso mentre, decollato dal piccolo aeroporto dell’arcipelago di Los Roques, si recava a Maiquetia. Le autoritá di polizia, soprattutto i medici che hanno avuto la responsabilitá della necroscopia, dopo il primo comprensibile riserbo, hanno informato che si tratta del corpo di un operaio scomparso nei giorni scorsi. Ad avallare l’ipotesi che poteva trattarsi, purtroppo, di uno dei connazionali scomparsi nelle acque di Los Roques, era l’avanzato stato di decomposizione del corpo.

Del bimotore scomparso nelle acque dell’arcipelago di Los Roques, con a bordo Vittorio Missoni, figlio del noto stilista Ottavio Missoni, la moglie Maurizia Castiglione e di altri due connazionali, comunque non c’é ancora traccia. I soccorsi, che setacciano dal quattro gennaio lo spicchio d’acqua nel quale si presume possa essere precipitato l’aeromobile, non hanno ancora trovato né rottami; né tracce di  combustibile. Insomma, proprio nulla che possa aiutare nella ricerca di possibili superstiti.

Alla ricerca del bimotore scomparso collabora anche un “team” di esperti  dell’Unitá di Crisi del Ministero degli Esteri, arrivato a Caracas nei gi0rni scorsi.

Condividi: