La rabbia di Grillo. “Ci rubano anche il simbolo”

Pubblicato il 11 gennaio 2013 da redazione

ROMA  – ”Indignato ma determinato”. Beppe Grillo non ci sta allo ”scippo” del proprio simbolo per le Politiche. Il comico genovese si mette in mano agli avvocati per tutelare il marchio del Movimento Cinque Stelle, ma al contempo lancia un monito alla politica ed alle Istituzioni:

– Se non entriamo non venite a parlare di democrazia. C’è il cane di paglia di 6 milioni di votanti: voglio vedere cosa succede.

Grillo scopre la brutta sorpresa al Viminale. Al secondo posto tra i simboli risulta un Movimento 5 stelle: ma non è quello fondato e guidato da lui, anche se ne riprende quasi esattamente la scritta. L’autentico simbolo del Movimento 5 stelle (con la scritta Beppe Grillo.it) risulta al sesto posto. E allora, sulle scale del ministero dell’Interno, attacca:

– Se non fanno nulla per questa storia del simbolo, dobbiamo combattere con gli avvocati. Ma se non entriamo e c’è un governo che ha il 25% dei voti degli italiani, dura 6 mesi e poi lo andiamo a prendere.

Con i cronisti, che vede nel pomeriggio in una minuscola saletta di un albergo romano, il comico è un fiume in piena.

– Siamo al Truman show sulle elezioni; dire indignati è poco – afferma -. Siamo determinati, perchè la cosa non finisce così.

E minaccia:

– Non temiamo nulla, sono loro che devono temerci se ci escludono. Queste cose – aggiunge – ci indignano e ci rafforzano e se pensano di eliminarci con questo espediente si sbagliano. Questa non è una democrazia di uno Stato moderno ma solo burocrazia. E’ democrazia – domanda inviperito – che un ragazzo di Catania di circa 30 anni, non so il nome, abbia, scavalcando le transenne e nella ressa, depositato per primo un simbolo senza firme, senza niente, e vedere che in mattina ci sono due simboli simili? Pensare di fregare il simbolo è un giochetto della burocrazia – ribadisce il comico – e non c’entra niente con la democrazia.

Mentre gli avvocati lavorano a una memoria, il leader del M5S (indicato come capo della coalizione di governo), lancia messaggi politici. Dice no a qualsiasi alleanza. Apre ai movimenti, ma non ai partiti. Si può dialogare con Ingroia, nella cui lista si candida Giovanni Favia: ma fino a un certo punto. Perchè, sostiene, il magistrato siciliano ”è una persona per bene ma dietro di lui ci sono sempre gli stessi”.

Considera una brava persona pure Bersani; ma, sbotta, ”è un colluso”. E spara ad alzo zero contro il presidente Napolitano:

– Chiunque verrà dopo di lui sarà un successo.

E si avventura in un durissimo paragone con il leader del Pdl:

– E’ come dopo Berlusconi, poteva venire anche Jack lo squartatore…

Tuttavia, parla anche di programma: dall’introduzione del reddito di cittadinanza al no alla patrimoniale. E respingendo l’accusa di ”flirtare” con Casapound che gli arriva soprattutto dal Pd, lancia una chiara minaccia all’establishment:

– Arriveremo in cento, duecento, non importa. Rivolteremo la Camera e l’apriremo come una scatoletta di tonno.

Ultima ora

10:01Tunisia: disordini ieri sera nella capitale

(ANSAmed) - TUNISI, 14 DIC - E' tornata la calma nel quartiere popolare del Kram di Tunisi, dopo gli scontri ieri sera tra forze dell'ordine e un gruppo di giovani sceso in strada per protestare contro il trattamento brutale, secondo alcuni testimoni, riservato dalla polizia a un pescivendolo del quartiere. Dopo l'uso di gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti la situazione è tornata alla normalità, riferiscono i media locali.

10:00Giappone: indennizzo governo a operaio Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 14 DIC - Il ministero del Lavoro giapponese ha certificato il diritto all'indennizzo delle spese mediche per un ex operaio della centrale nucleare di Fukushima, ammalatosi di leucemia dopo un'eccessiva esposizione alle radiazioni. Secondo il canale pubblico Nhk, l'uomo, poco più che quarantenne, ha lavorato 19 anni per la Tokyo Electric Power (Tepco), il gestore dell'impianto che ha subito le maggiori conseguenze dello tsunami e la successiva dispersione delle radiazioni. L'operaio è stato esposto a 99,3 millisieverts di radiazioni; un valore che secondo il ministero della Salute nipponico può causare la leucemia. Si tratta della quarta persona in Giappone a vedere riconosciuti i propri diritti ad un rimborso, dopo aver certificato lo sviluppo della leucemia e il cancro alla tiroide, come conseguenza delle condizioni di lavoro. Dalla catastrofe di Fukushima circa 56.000 persone sono state impiegate per i lavori di smantellamento dell'impianto fino al maggio di quest'anno.

09:59Somalia: kamikaze contro polizia, almeno 10 morti

(ANSA) - MOGADISCIO, 14 DIC - E' di almeno 10 morti il bilancio di un attacco contro una accademia di polizia a Mogadiscio. Un attentatore suicida si è infiltrato tra gli agenti, facendosi esplodere durante l'addestramento del mattino.

09:57Birmania: Msf, almeno 6.700 Rohingya uccisi in un mese

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Almeno 6.700 Rohingya, inclusi 730 bambini sotto ai 5 anni, sono stati uccisi tra agosto e settembre scorsi in Birmania: lo denuncia Medici senza Frontiere (Msf) in uno studio pubblicato online. Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime, scrive la Bbc, la maggior parte indicate come "terroristi islamici". Dalle violenze di agosto sono oltre 645.000 i Rohingya fuggiti in Bangladesh, afferma Msf. La maggior parte delle vittime, stima Msf, sono state uccise da colpi di arma da fuoco, molte altre bruciate vive nelle proprie case date alle fiamme o picchiate a morte. "I numeri sono sottostimati, non abbiamo monitorato tutti i campi rifugiati", spiega Msf, che ha raccolto testimonianze tra i Rohingya fuggiti in Bangladesh: "Abbiamo resoconti su intere famiglie bloccate nelle case poi date alle fiamme". Sulla base dei dati esaminati, Msf stima che le vittime nel mese di agosto possano superare le 13.000 persone.

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

Archivio Ultima ora