Correrà all’estero con il simbolo senza il nome di Berlusconi

ROMA – In tutta Italia il Pdl correrà per la Camera e il Senato con la scritta nel simbolo della lista “Il Popolo della Libertà. Berlusconi Presidente”. Per quanto riguarda la circoscrizione Estero il partito di via dell’Umiltà presenterà invece la scritta “‘Il Popolo della Libertà. Centrodestra Italiano”.
Su questo punto è intervenuta la deputata del Pd Laura Garavini, eletta nella ripartizione Europa, sottolineando come questa scelta del Pdl di non presentare all’estero il nome di Berlusconi appaia giustificata dalla riduzione, da parte dell’ultimo governo di centro destra, di più del 70% dei fondi pubblici destinati ai nostri connazionali nel mondo. Un fatto, che per la deputata del Pd, nessuno fra gli italiani all’estero può aver dimenticato.
– Il centrodestra, con il nome di Berlusconi sul simbolo, – continua la Garavini – perderebbe ulteriori elettori tra i pochi che aveva nel mondo. Anche alle ultime elezioni, quando Berlusconi ha vinto in Italia, all’estero ha perso nettamente.
Per la Garavini inoltre il tentativo del Pdl di togliere all’estero il nome dell’ex premier dalla lista non servirà a nulla in quanto gli italiani nel mondo sanno benissimo che “il vero capo del centrodestra, in Italia come all’estero, rimarrà Berlusconi”.

Condividi: